Luigi Abete, Sergio Erede e Fabio Gallia (Bnl) indagati per truffa sui derivati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 gennaio 2014 14:41 | Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2014 14:42
Luigi Abete, Sergio Erede e Fabio Gallia (Bnl) indagati per truffa sui derivati

Luigi Abete (Foto Lapresse)

TRANI – Il presidente del Cda di Bnl, Luigi Abete, presidente di Bnl, Sergio Pietro Erede, vicepresidente della stessa banca, e l’amministratore delegato e direttore generale, Fabio Gallia, sono indagati dalla Procura di Trani per concorso in truffa pluriaggravata e continuata per aver predeterminato le condizioni per la negoziazione di contratti derivati ritenuti truffaldini, inducendo i dipendenti a farli sottoscrivere alla clientela. 

Secondo l’accusa, i vertici di Bnl dal 2008 al 2012 avrebbero predeterminato le condizioni per la negoziazione di contratti derivati di tipo swap e avrebbero indotto i dipendenti delle filiali territoriali della banca a farli sottoscrivere alla clientela.

I contratti, secondo l’accusa, erano dannosi per il cliente e favorevoli solo per Bnl. Da qui l’accusa di truffa pluriaggravata e continuata. In particolare, il reato contestato riguardala derivati swap per 3 milioni di euro fatti sottoscrivere nell’ottobre 2008 da funzionari della filiale di Corato di Bnl ad imprenditori della società Malo srl. I titoli hanno provocato, secondo la pubblica accusa, un danno economico all’impresa stimato in circa 600mila euro.