Luni Mare (La Spezia), donna stuprata per vendetta dal parente

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 luglio 2015 7:00 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2015 0:28
Luni Mare (La Spezia), donna stuprata per vendetta dal parente

(Foto Lapresse)

LA SPEZIA  –  Stuprata da un parente, forse per vendetta per screzi familiari: è la verità sulla violenza sessuale di una donna nelle campagne di Luni Mare, in provincia di La Spezia.

Una verità venuta a galla durante gli interrogatori di garanzia cui sono stati sottoposti due extracomunitari, accusati di stupro e rapina.

L’episodio risale a venerdì 24 luglio, con la donna che aveva trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri, portando all’arresto dei due aguzzini il giorno successivo. Uno dei due uomini è il cognato.

A rendere più raccapricciante la storia, ci sarebbe il fatto che colui che ha derubato di 85 euro, minacciato con un taglierino, schiaffeggiato e abusato della donna, conoscesse molto bene la sua vittima.

I due uomini, 46 e 24 anni, che non hanno risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari, rimangono in carcere. La gravità del reato, il pericolo di fuga e la possibilità della reiterazione di azioni violente hanno convinto il giudice ad accogliere la richiesta del magistrato inquirente.