Lurate Caccivio, investe due finanzieri per sfuggire al posto di blocco: arrestato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2020 8:18 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2020 8:18
Lurate Caccivio, investe due finanzieri per sfuggire al posto di blocco: arrestato

Lurate Caccivio, investe due finanzieri per sfuggire al posto di blocco: arrestato (foto ANSA)

MILANO – Per sfuggire ai controlli in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da coronavirus ha investito i militari della Guardia di Finanza trascinandoli sull’asfalto per alcuni metri. E’ accaduto domenica, 19 aprile, a Lurate Caccivio, in provincia di Como.

Il conducente, un giovane, in un primo momento non si era fermato al posto di blocco intimatogli dai finanzieri. Dopo un inseguimento lungo le vie della cittadina, che si è concluso poco dopo sulla SS342, quando i militari hanno superato il veicolo e bloccato la carreggiata di marcia, il conducente vedendo i finanzieri scendere dal veicolo ed avvicinarsi, ha speronato l’auto ed in seguito ingranato la retromarcia trascinando i militari sull’asfalto per alcuni metri, così da allontanarsi e far perdere le proprie tracce all’interno del paese di Lurate Caccivio.

Sul posto sono intervenute altre due pattuglie della Guardia di Finanza che hanno individuato il conducente del mezzo all’interno della propria abitazione. 

Il giovane è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, omissione di soccorso, lesioni, danneggiamento e sanzionato per aver violato le misure relative all’emergenza sanitaria. I due militari feriti, di 50 e 51 anni, sono stati soccorsi dai carabinieri di Cantù e la Sos di Appiano e portati in ospedale. 

L’uomo alla guida ha motivato il gesto per paura di essere sanzionato per violazione alle norme anti covid-19. Con lui c’era un altro passeggero, anch’esso portato in caserma.

Nella giornata di lunedì 20 aprile, a conclusione del processo per direttissima, il Giudice ha convalidato l’attività di polizia giudiziaria operata dalla Compagnia di Olgiate Comasco e la difesa ha richiesto il ricorso al rito alternativo del patteggiamento, salvo integrale risarcimento dei danni fisici e materiali da parte dell’imputato. (fonte COME LIVE)