Pollenza, cadavere a pezzi nei trolley: è Pamela Mastropietro, la 18enne scomparsa

di Redazione blitz
Pubblicato il 31 gennaio 2018 18:22 | Ultimo aggiornamento: 31 gennaio 2018 22:26
Macerata, cadavere smembrato nei trolley: è Pamela Mastropietro

Pamela Mastropietro

ROMA – Il corpo smembrato rinvenuto oggi, 31 gennaio, dentro due trolley abbandonati nelle campagne di Pollenza, in provincia di Macerata, è quello di Pamela Mastropietro, la 18enne allontanatasi volontariamente il 29 gennaio dalla comunità di recupero “Pars” di Corridonia, di cui era ospite.

E’ la conclusione a cui sono giunti i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Macerata, dopo la prima ispezione del medico legale intervenuto e in base alle iniziali risultanze info-investigative.

La ragazza, 18 anni di Roma, era fuggita da una comunità di recupero di Corridonia da 48 ore e della sua scomparsa si era occupata anche la trasmissione ‘Chi l’ha visto‘. Subito era partito l’appello sui social network, anche da parte dei cittadini e dell’amministrazione comunale della città, ma ora pare che il giallo abbia preso la peggiore delle svolte possibili. La giovane era fuggita senza telefono né documenti, portando con sé una grande valigia di colore rosso e blu e proprio una delle due valigie trovate nella scarpata con i macabri resti era di colore rosso.

I carabinieri hanno acquisito i video girati dalle telecamere di sorveglianza di due aziende con sede nella zona di Pollenza (Macerata) dove sono stati trovati i due trolley.

Nel corso delle indagini, coordinate dal pm Stefania Ciccioli, i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Macerata hanno ascoltato varie persone tra cui i residenti della zona per raccogliere informazioni utili alle indagini: i cani di una villa adiacente al luogo del ritrovamento – hanno raccontato i proprietari – avrebbero abbaiato senza sosta a partire dalle 23 di ieri sera. Circostanza che potrebbe riportare a quell’ora il momento in cui le due valigie sono state abbandonate.

“Spero tanto che non sia lei”: così la mamma di Pamela Mastropietro commenta il ritrovamento del cadavere attribuito alla figlia. “Non ho alcuna idea del perché si sia allontanata dalla comunità – spiega la donna – e di quel che è accaduto. Vorrei che qualcuno mi spiegasse come ha fatto. Ora ci stiamo preparando per andare nelle Marche, ma qualcosa in più ci hanno detto che si saprà solo più tardi”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other