Maestra denunciata. L’accusa: “Aggrediva e umiliava i bambini”

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 dicembre 2016 6:40 | Ultimo aggiornamento: 2 dicembre 2016 8:07
Maestra denunciata. L'accusa: "Aggrediva e umiliava bambini"

Maestra denunciata. L’accusa: “Aggrediva e umiliava bambini”

MERCATO SAN SEVERINO (SALERNO) – Una maestra di una scuola di Mercato San Severino, in provincia di Caserta, è accusata di “comportamenti aggressivi e violenti” nei confronti dei suoi piccoli alunni. In particolare, secondo la denuncia di alcuni genitori, la maestra avrebbe costretto in un’occasione una bambina a lavare il sederino di una compagna di classe e avrebbe strattonato un bambino così forte da farlo sbattere con un banco della classe.

I casi, spiega Clemy De Maio su La Città di Salerno, risalgono a quasi tre anni fa, ma adesso le indagini sono arrivate alla fine e la Procura di Salerno ha notificato alla maestra un avviso di conclusione delle indagini.

L’insegnante, una donna di 53 anni originaria di Nocera Inferiore ma residente a Salerno, due anni fa era stata denunciata da due genitori. E’ accusata del reato di abuso dei mezzi di correzione, e secondo la Procura avrebbe non solo usato metodi violenti ma anche obbligato i bimbi a punizioni umilianti.

Nel corso degli accertamenti, racconta La Città di Salerno,

pare siano emersi però anche altri episodi oltre a quelli denunciati nel marzo del 2013, al punto che gli inquirenti parlano di un ambiente scolastico divenuto invivibile e di comportamenti aggressivi e violenti «nei confronti di tutti gli alunni». Un atteggiamento molto sopra le righe che sarebbe stato usuale, e avrebbe suscitato anche la reazione della dirigenza scolastica. Non solo. Pare che a lamentarsi siano state anche insegnanti dello stesso circolo didattico, stanche di subire intemperanze e angherie. Alla 53enne sono infatti contestate manifestazioni di aggressività non soltanto nei confronti degli alunni, ma anche verso le colleghe. Lei ha sempre negato, gridando al complotto.