Mafia: 21 arresti a Palermo. Operazione “Eos” nel feudo del clan Lo Piccolo

Pubblicato il 14 maggio 2009 7:50 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2009 9:29

Nuova operazione antimafia dei carabinieri a Palermo, dove sono state eseguite 21 ordinanze di custodia cautelare a carico di esponenti dei clan di Resuttana e San Lorenzo, il feudo dei boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo.
Le accuse sono di associazione mafiosa finalizzata alle estorsioni e al narcotraffico. Secondo i carabinieri, i mafiosi gestivano la casa del “mandamento” e reinvestivano nell’acquisto di droga gli incassi del “pizzo”. Dalle indagini è emerso anche un progetto di omicidio che era stato messo a punto da alcuni capimafia attualmente detenuti in regime di 41 bis e che ciò nonostante erano riusciti a tenersi in contatto tra di loro e a far pervenire agli affiliati le loro decisioni.
Un filone investigativo ha riguardato anche rapporti tra alcuni degli arrestati ed esponenti politici. Nel blitz, denominato “Eos” sono stati impegnati 200 carabinieri del comando provinciale di Palermo e elicotteri.