Mafia, dirigente bancario: “Ciancimino e Dell’Utri chiesero un prestito per le aziende di Berlusconi”

Pubblicato il 11 Novembre 2010 20:17 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 20:25

Nel 1986 l’ex sindaco mafioso di Palermo Vito Ciancimino e Marcello dell’Utri, all’epoca manager di Publitalia, avrebbero chiesto all’allora direttore generale della Banca Popolare di Palermo, Giovanni Scilabra, un prestito di 20 miliardi di vecchie lire per le aziende di Silvio Berlusconi.

A confermarlo ai pm di Palermo che, nei giorni scorsi, l’hanno interrogato per la prima volta, è stato lo stesso Scilabra, ora in pensione. L’ex bancario aveva parlato della visita in un’intervista. Da qui la citazione da parte dei sostituti procuratori Nino Di Matteo e Paolo Guido che indagano sul riciclaggio dell’enorme tesoro illecito di don Vito.

L’incontro sarebbe avvenuto nella sede dell’istituto di credito, allora appena inaugurata, che si trovava vicino al Teatro Massimo.