Mafia, Ciancimino: “Mio padre incontrò Berlusconi a Milano”

Pubblicato il 11 Novembre 2010 0:40 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 0:40

”Mio padre incontrò Silvio Berlusconi a Milano tra gli anni Settanta e Ottanta. Gli incontri, duo o tre, avvennero in un ristorante vicino a piazzale Diaz e ad uno di questi incontri partecipo’ mia madre, cho lo ha riferito lo scorso settembre ai magistrati di Palermo”. L’ha detto Massimo Ciancimino, figlio di Vito, l’ex sindaco mafioso di Palermo, intervenendo stasera alla trasmissione ”L’infedele” su La7, aggiungendo che gli incontri erano riferibili a investimenti immobiliari.

L’incontro tra Vito Ciancimino e Berlusconi a cui avrebbe assistito Epifana Scardino, la moglie dell’ex sindaco democristiano, era riferibile, secondo il racconto di Massimo Ciancimino, a operazioni immobiliari del padre, che attraverso i prestanome Buscemi e Bonura avrebbe investito un miliardo e mezzo di lire nell’operazione immobiliare di Milano 2. ”Negli anni Settanta – ha sottolineato Massimo Ciancimino – mio padre non era un mafioso”.