Mafia, ergastolo a Francesco Comandè: uccise i fratelli Giacalone nel 2006

Pubblicato il 17 Marzo 2010 19:24 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2010 19:24

La Corte d’assise ha condannato all’ergastolo Francesco Comandè, ritenuto responsabile dell’omicidio dei fratelli Paolo e Carmelo Giacalone, uccisi con alcuni colpi di pistola calibro 7,65 la mattina dell’11 aprile 2006, mentre erano intenti a ristrutturare il loro ritrovo in Largo Seggiola.

Alla base del fatto di sangue, secondo quanto ricostruito nel dibattimento, un litigio per motivi d’interesse. Nell’ambito dello stesso procedimento i giudici hanno inflitto 3 anni a Edo Dzemali e Nicola Rizzitano, un anno a Giampaolo Restuccia e Giuseppina Bombaci, ritenuti responsabili di favoreggiamento per aver cercato di depistare le indagini.