Mafia/ La Dia sequestra 200 milioni di euro a un imprenditore palermitano

Pubblicato il 24 Luglio 2009 7:15 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2009 8:16

Beni per 200 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione Investigativa Antimafia di Palermo a un imprenditore edile palermitano, ritenuto socio in affari di esponenti del clan mafioso della Noce e di Palermo Centro.

Tra i beni sequestrati numerosi appartamenti, ville, magazzini, terreni, quote societarie di aziende e rapporti bancari. L’operazione è  il secondo sequestro per entità economica compiuto nel corso del 2009 dagli investigatori della Dia palermitana  dopo quello a carico dell’imprenditore Rosario Cascio del valore di 400 milioni.

I particolari del sequestro saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa alle 10.30 nel palazzo di giustizia di Palermo.