Mafia, il pentito Spatuzza continuerà a collaborare con i giudici

Pubblicato il 16 Giugno 2010 14:00 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2010 14:15
spatuzza

Il pentito Gaspare Spatuzza

Il pentito di mafia Gaspare Spatuzza continuerà a collaborare con la magistratura. Lo ha detto il procuratore capo di Firenze, Giuseppe Quattrocchi. Spatuzza, ha spiegato il procuratore “ci ha indirizzato un messaggio con questa sua presa di posizione”.

L’ex boss di Cosa Nostra era stato escluso dal programma di protezione del ministero dell’Interno. La decisione, presa dalla Commissione centrale del Viminale, ha suscitato la perplessità dei giudici e lo stupore della componente finiana del Pdl.

“E’ un comportamento molto apprezzabile – ha commentato Quattrocchi – è una posizione di coerenza con la scelta che ha operato. Questa iniziativa è ulteriormente rappresentativa di un’affidabilità del percorso intrapreso dal collaboratore”. Nonostante questo, il magistrato ammette che Spatuzza “chiede di essere protetto”. Spatuzza, ha aggiunto Quattrocchi “non ha motivo di coltivare timore per sé, visto che la commissione ha stabilito che le misure di cautela persisteranno”.

“Spatuzza – ha concluso Quattrocchi – ci ha indirizzato un messaggio nel quale ribadisce la propria disponibilità, per quanto può fare, a collaborare con lo Stato, in cui fortemente crede, per la ricerca della verità”.