Mafia, Udine: sequestrati beni per 50 milioni al boss che gira in Ferrari

Pubblicato il 16 Dicembre 2010 9:07 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2010 9:17

Beni per un valore complessivo di circa 50 milioni di euro, tra cui un lussuoso yatch di venti metri, una Ferrari e una Bmw X6, sono stati sequestrati all’imprenditore palermitano Vincenzo Graziano, di 59 anni. Secondo le indagini svolte dai carabinieri del Nucleo investigativo di Palermo, l’ingente patrimonio sarebbe frutto dell’attività di riciclaggio svolta dall’imprenditore, già condannato per associazione mafiosa.

Vincenzo Graziano, arrestato nel 2008, viene indicato dagli inquirenti come elemento di spicco della famiglia mafiosa dell’Acquasanta. Dopo essere stato condannato per associazione associazione mafiosa nel 1996, a 8 anni di carcere, e poi ancora nel 2009, a 5 anni, aveva trasferito tutte le sue attività economiche lontano dalla Sicilia, in Friuli. Da due anni, a Udine, era tornato a fare la bella vita e girava anche in Ferrari o sulla sua fiammante Bmw X6.

Ora il provvedimento di sequestro, disposto dalla sezione misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, oltre all’imbarcazione e alle due vetture di lusso, riguarda società, beni immobili (tra cui una villa a Palermo e un complesso residenziale in provincia di Udine) e conti correnti sia nel capoluogo siciliano sia in Friuli Venezia Giulia.