Maggio musicale fiorentino: stop licenziamenti, accordo Matteo Renzi-sindacati

Pubblicato il 31 Gennaio 2013 20:25 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2013 20:34
Maggio musicale fiorentino: stop licenziamenti, accordo Matteo Renzi-sindacati

Matteo Renzi (Foto LaPresse)

FIRENZE – Ritirati gli 8 licenziamenti al teatro del Maggio musicale fiorentino firmati dal sindaco di Firenze Matteo Renzi il 31 dicembre. L’intesa con i sindacati è stata siglata a Palazzo Vecchio dopo un’intera giornata di trattativa non stop. L’accordo arriva in extremis, nell’ultimo giorno utile.

Matteo Renzi scrive su Facebook: “Dopo un mese di lunghe discussioni abbiamo siglato un buon accordo al Maggio Musicale Fiorentino. I lavoratori hanno accettato di riportare l’orario di lavoro al contratto collettivo nazionale (assurdo pretendere di lavorare di meno quando mancano i soldi), il management riduce del 10% i propri emolumenti, si inizia finalmente a praticare la flessibilità degli orari di lavoro anche nelle fondazioni lirico sinfoniche. Un primo passo. Da domani, con il commissariamento, chiuderemo l’altra parte del lavoro e arriveremo al pareggio di bilancio. Lo dobbiamo ai cittadini che pagano le tasse e alla dignità delle istituzioni culturali”.