Magliano (Grosseto), auto finisce contro un albero: morta Patrizia Paffetti, grave la figlia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 dicembre 2018 20:56 | Ultimo aggiornamento: 27 dicembre 2018 20:56
Magliano incidente

Magliano (Grosseto), auto finisce contro un albero: morta Patrizia Paffetti, grave la figlia

GROSSETO – Si chiamava Patrizia Paffetti la donna morta il 24 dicembre dopo essersi schiantata con la sua auto contro un albero mentre si trovava sull’Aurelia, in provincia di Grosseto vicino a Magliano.

La donna, 58 anni, biologa dell’ospedale le Scatte di Siena, era sorella dell’ex sindaco di Orbetello, Monica. Si stava recando proprio dai parenti nella cittadina lagunare, intorno alle 15:30 della Vigilia di Natale, per trascorrere il cenone con loro.

La Mercedes al volante della quale c’era il marito Gianvito Giannì, 59 anni, primario facente funzioni di Medicina all’ospedale di Campostaggia, a Poggibonsi, è finita contro l’albero, su un fianco. L’uomo ha riportato alcune fratture ed è stato trasportato all’ospedale di Grosseto. Ferita gravemente la figlia, 21 anni, trasferita a Siena con ilo Pegaso. Per Patrizia invece non c’è stato niente da fare.

“Una famiglia perfetta. C’era una grande complicità fra loro. Patrizia era una persona splendida. Ricordo come riuscì ad entrare in contatto con una paziente con sindrome di Down. Fu splendida. Nessuna retorica nelle mie parole”,  è il racconto di Carla Fioravanti, tecnico di laboratorio, una delle colleghe più strette della Paffetti, a La Nazione.

“Alcuni anni che era con noi però sembrava una vita. Non c’era soltanto un rapporto professionale ma di amicizia. Siamo una piccola, grande famiglia. Un dolore immenso rientrare a lavoro e non trovarla. Non so immaginarlo. Patrizia era una fucina di idee e di proposte. Solare e aperta, soprattutto una capacità non comune di entrare in contatto con gli altri. La disponibilità fatta persona: sempre pronta ad aiutare chi aveva bisogno”, racconta la direttrice Maria Grazia Castagna.