Majella, trovato morto carabiniere disperso dopo escursione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Dicembre 2019 18:36 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2019 18:36
Majella, carabiniere precipita durante escursione: trovato morto

Foto archivio ANSA

ROMA – Un carabiniere disperso durante un’escursione è stato trovato morto sulla Majella il 2 dicembre. Il militare era partito per una passeggiata domenica 1° dicembre, ma quando non è rientrato a casa i familiari hanno dato l’allarme. Subito sono scattate le ricerche, fino al ritrovamento del corpo in un canalone.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo aveva lasciato la sua auto nei pressi di Fonte Romana e si era incamminato per i sentieri sulla Majella. Inizialmente un amico e collega doveva essere con lui, ma poi era rimasto a casa. Quando la sera il carabiniere di Sulmona e in servizio a Castel di Sangro, non è rientrato la sua famiglia ha dato l’allarme.

Subito sono scattate le ricerche da parte del Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas) Abruzzo, in collaborazione con il 118, che ha inviato l’elicottero da Pescara. Poi lunedì il suo corpo senza vita è stato individuato in fondo a un canalone e sono iniziate le operazioni di recupero.

Domenica sulla Majella, nel versante Pescarese, due persone sono morte in seguito ad un incidente avvenuto in località Rava di Ferro. La mattina di domenica invece, sul Gran Sasso, è stato rinvenuto il corpo senza vita di un 37enne che aveva fatto perdere le proprie tracce da venerdì, mentre era impegnato in un’escursione. (Fonte ANSA)