Cronaca Italia

Maltempo: alberi caduti a Roma, pericolo valanghe in Trentino, traghetti fermi in Campania e Sicilia

Maltempo-neve-valanghe

(Foto Ansa)

ROMA – Pioggia, vento e neve stanno caratterizzando questi giorni di fine dicembre, con l’ultima perturbazione del 2017. Nevicate abbondanti sulle montagne, in particolare in Trentino Alto-Adige ma non solo, mentre su Roma si è abbattuta una violenta grandinata. La nota positiva è che forse queste piogge riusciranno a far abbassare i livelli di polveri sottili nell’aria delle città del Nord come Milano e Torino, dove sono scattati i blocchi del traffico per cercare di far rientrare i livelli record di smog.

Il Dipartimento della Protezione civile ha dunque emesso una nuova allerta meteo, che integra ed estende quelle dei giorni scorsi: sulla base delle previsioni disponibili si prevedono a partire dalla serata di oggi, mercoledì 27 dicembre, venti forti e di burrasca su Piemonte, Lombardia e Sardegna. Per giovedì 28 dicembre sono attese invece nevicate da deboli a moderate su Emilia Romagna e Toscana (al di sopra dei 400-600 metri), su Umbria e settori appenninici di Lazio, Abruzzo e Molise (al di sopra dei 500-700 metri), su Campania, Basilicata e Calabria (al di sopra dei 600-800 metri).

L’avviso prevede, inoltre il persistere di venti forti e di burrasca su Sicilia, Campania, Calabria, Basilicata e Puglia. Il Dipartimento ha anche valutato per la giornata di giovedì 28 dicembre un’allerta arancione su Lazio (Appennino di Rieti e sui bacini del Liri e dell’Aniene) Abruzzo (Marsica, bacino dell’Alto Sangro e dell’Aterno) e su gran parte del Molise.

ROMA – Sono oltre 110 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco a Roma e provincia per il maltempo nella giornata di mercoledì. Si tratta soprattutto di alberi e rami pericolanti o caduti, allagamenti in appartamenti o in strada, cornicioni, tegole o pali caduti per il forte vento. Le zone più colpite sono dal litorale alla periferia della Capitale.

CAMPANIA – A causa del progressivo peggiorare delle condizioni metereologiche Siremar ha sospeso la corsa prevista per giovedì 28 dicembre sulla tratta Milazzo-Eolie-Napoli. Per gli stessi motivi è stata annullata anche la partenza pomeridiana della motonave Vesta da Trapani per le Egadi. La nave veloce Isola di Vulcano salperà per Vulcano-Lipari alle 18:30. A rischio lo scalo di Vulcano che sarà nel caso effettuato secondo i seguenti orari: arrivo alle 19:45, partenza alle 19:50. “Isola di Vulcano” dopo l’arrivo a Lipari previsto per le 20:20, farà rientro a Milazzo dove ormeggerà alle 22:15 circa.

Anche le compagnie Cartour e NewTTTLines hanno annullato le corse delle motonavi Florencia, Gamma e Delta delle 21:30, 23:45 e 2:30 sulle tratte Napoli- Catania, Catania-Napoli, Messina-Salerno e ritorno.

TRENTINO – Dal primo pomeriggio di mercoledì nevica copiosamente nella parte occidentale del Trentino a quote superiori a 500 metri circa e nella parte orientale sopra i 700-800 metri. Sulle strade di montagna, percorribili solo con attrezzatura invernale montata, sono segnalati rallentamenti con circolazione a senso unico alternato. In considerazione dell’intensificazione del traffico per l’arrivo dei vacanzieri nelle località sciistiche, sono stati attivati posti di controllo a Carisolo, lungo la ss 239, a Presson (Dimaro Folgarida), lungo la ss 42, a Maso Milano (Campodenno, ss 43), Siror (ss 50) e Mezzolombardo nord, (sp 64). Nel fondovalle le strade principali sono transitabili, senza particolari difficoltà, dove peraltro il Servizio strade raccomanda di viaggiare con prudenza per fenomeni localizzati di pioggia gelata. In Alto Adige nevica sull’Autostrada del Brennero, fra Vipiteno e il Brennero. A causa delle presenza in quota di nuovi strati di neve fresca, il pericolo valanghe in tutto il Trentino è in rialzo fino a ‘marcato (grado 3)’. Lo dice il bollettino di Meteotrentino in cui si avverte che “distacchi spontanei saranno possibili da tutti i pendii più ripidi”.

TOSCANA –  La Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un codice giallo per piogge e locali temporali per la giornata di mercoledì 27 dicembre e per nevicate e vento per tutta la giornata di giovedì 28 dicembre. La perturbazione in corso ha portato piogge diffuse anche a carattere di rovescio o breve temporale associato a locali grandinate con rischio idrogeologico e idraulico su alta Toscana e Versilia, Val di Chiana, Val Tiberina e Maremma.  Stessa situazione prevista per giovedì 28 dicembre. Su tutta la Toscana, fatta eccezione della costa, sono possibili nevicate fino a quote di collina con accumuli poco abbondanti. Vento forte, con raffiche di Libeccio sui versanti sottovento dell’Appennino e, giovedì, raffiche di Maestrale sull’Arcipelago.

To Top