Maltempo Emilia Romagna, allerta rossa per le piene dei fiumi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 maggio 2019 13:02 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2019 13:06
Maltempo Emilia Romagna, ancora allerta rossa per i fiumi in piena

Maltempo Emilia Romagna, allerta rossa per le piene dei fiumi

BOLOGNA – Ancora allerta rossa per il maltempo in Emilia Romagna il 14 maggio. Spaventano ancora le piene del Savio e del Montone nelle province di Forlì e Cesena. Ponti chiusi nella provincia di Modena per il deflusso della piena del Secchia, mentre a Ravenna i fiumi restano sorvegliati speciali sopra al livello di allerta.

La criticità rossa è stata confermata su pianura e costa romagnola per il deflusso di Savio e Montone e criticità arancione su pianura emiliana centrale, orientale e costa ferrarese. La situazione più critica nel Forlivese, a Villafranca, dove il Montone ha rotto l’argine vicino al ponte della A14 e si registrano allagamenti.

Per tutta la notte si è cercato di chiudere la falla con dei sassi ma la pressione dell’acqua è stata troppo intensa. Nelle prossime ore si cercherà di chiudere la breccia. Nel Cesenate scuole chiuse oggi ma la strada Secante è stata riaperta e la viabilità ripristinata. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini sarà a Cesena e Forlì oggi per fare il punto con i sindaci. Nel Modenese ponti ancora chiusi sul Secchia per il deflusso della piena. A Ravenna fiumi sopra livello di allerta, tutti sorvegliati speciali, ma la viabilità è stata ripristinata e domani le scuole riapriranno.

L’emergenza maltempo si avvia verso il miglioramento dal 15 maggio. Per mercoledì l’Arpae abbassa l’allerta ad arancione, moderata, sempre per le piene dei fiumi, per possibili frane e per le piene dei corsi minori. Le zone interessate sono la Romagna, la costa ferrarese e la pianura emiliana orientale e centrale. Per domani, mercoledì 15 maggio, non sono previsti fenomeni meteo ai fini dell’allerta. La criticità arancione è legata alle situazioni critiche in atto nei tratti di valle dei corsi d’acqua e alla possibilità di frane in seguito alle precipitazioni delle ultime ore.