Maltempo, in Val d’Aosta mille persone isolate per valanghe

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Novembre 2019 14:00 | Ultimo aggiornamento: 24 Novembre 2019 14:11
Maltempo: a Gressoney 500 persone isolate per rischio valanghe, in Val d'Ossola due famiglie sgomberate

(Foto Ansa)

AOSTA  –  Circa mille le persone isolate in Valle d’Aosta a causa delle valanghe che hanno portato alla chiusura di alcune strade regionali. Le situazioni più critiche nella valle del Lys, dove Gressoney-La-Trinité è isolata a causa delle slavine che incombono sulla regionale.

Interrotta anche la strada che porta a Champorcher a causa di una valanga finita sulla carreggiata. Chiuso anche il tratto finale della strada della Val Savarenche. In tutta la Regione, l’allerta meteo è arancione. Convocato d’urgenza il comitato viabilità.

“In paese è caduto circa un metro di neve che è già assestata – spiega il sindaco di La Trinité, Luigi Chiavenuto – e sono scese anche numerose valanghe, alcune fino alle case ma senza provocare danni. Le valanghe che incombono sulla strada invece non sono scese e quindi, in via precauzionale, è stata disposta la chiusura”. 

In Val d’Ossola (Verbania-Cusio-Ossola), a Valpianadi Villadossola, una frana è caduta nella notte, sfiorando alcune case: due famiglie sono state evacuate. In Ossola restano interrotte per pericolo valanghe la statale 659 della valle Formazza e la provinciale poco prima di Macugnaga. Chiuse anche le altre due provinciali d’alta montagna: quella che da Baceno sale a Goglio, e la Antrona-Cheggio. Nel Cusio è interrotta la strada che sale in alta Valle Strona.

Il Lago Maggiore è appena sotto il livello di piena. Gli oltre 100 millimetri di pioggia di sabato hanno gonfiato i fiumi che hanno fatto crescere il livello del lago. Notevole l’afflusso d’acqua che alle 9 di stamattina era di 1991, 4 metri cubi al secondo, mentre il deflusso è di 945,3 metri cubi al secondo alla diga della Miorina (Sesto Calende), dove l’acqua entra nel fiume Ticino. (Fonte: Ansa)