Maltempo, in Abruzzo in 200mila senza elettricità per il maltempo

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 gennaio 2017 17:58 | Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2017 17:58
Maltempo, in Abruzzo in 200mila senza elettricità per il maltempo

Maltempo, in Abruzzo in 200mila senza elettricità per il maltempo (Foto Ansa)

PESCARA –  Sono ormai duecentomila le persone senza luce in Abruzzo, dove novantamila utenze sono senza energia elettrica a causa del maltempo. E-distribuzione, società del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di media e bassa tensione, sta presidiando il territorio e ha in campo, anche con mezzi speciali e gruppi elettrogeni, circa 300 persone.

Circa 50mila le utenze disalimentate sulla rete elettrica di e-distribuzione, di cui 11mila nella provincia di Pescara, 8.500 in quella di Teramo e 30mila nella provincia di Chieti, dove si registrano anche disservizi sulla rete di alta tensione, non gestita da e-distribuzione, che interessano le aree di Atessa, Gissi, Casoli e Lama dei Peligni e che portano a 90 mila il numero complessivo regionale.

I danni, fa sapere Enel, sono causati principalmente dal formarsi di manicotti di ghiaccio sui conduttori e dalla caduta di rami e alberi appesantiti dalla neve. Le condizioni meteo rendono la viabilità critica e ostacolano gli interventi di ripristino. Dal Centro operativo e-distribuzione dell’Aquila, che monitora la rete di media tensione, vengono coordinati gli interventi di rialimentazione a distanza.

A Chieti gli uffici comunali resteranno chiusi anche domani, martedì 17 gennaio, dopo che la coltre di neve ha raggiunto quasi un metro di altezza. Chiuse anche le scuole e i mercati settimanali. Lo ha stabilito il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, che, allo stesso tempo, ha chiesto l’ausilio della Protezione Civile della Regione e il supporto tecnico dell’Anas: “La situazione determinata da questa nuova precipitazione nevosa continua ad essere critica, aggravata dalla caduta di molti alberi e rami nonché di alcuni pali della pubblica illuminazione che stanno rallentando le operazioni dei mezzi spazzaneve”, ha detto il sindaco.

Sempre a causa del maltempo a Prato sono stati chiusi giardini, parchi, cimiteri e scuole per il forte vento. Il Comune si raccomanda anche di prestare massima attenzione a ponteggi dei cantieri e carichi pendenti, di togliere tutti gli oggetti che possono cadere dai propri terrazzi e finestre, di mantenere per quanto possibile chiuse imposte e finestre e, soprattutto, tenere chiuse tende da sole, coperture provvisorie o simili. Ancora, di limitare al massimo il transito, a piedi o con veicoli, in zone alberate, e l’uso di mezzi a due ruote ancor più se provvisti di parabrezza, inoltre di evitare l’uso di veicoli telonati principalmente lungo tratti viari particolarmente esposti a venti da nord, nord-est. Prudenza è raccomandata anche alla guida, in particolare su viadotti e in viali alberati e, per quanto possibile, di non parcheggiare sotto alberi.

Scuole chiuse, martedì 17 gennaio, anche a Fabriano e Urbino, a Sassari.