Maltempo, a Milano è prevista ancora pioggia. In Liguria resta l’allerta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Ottobre 2019 17:38 | Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2019 17:38
Maltempo, a Milano è prevista ancora pioggia. In Liguria resta l'allerta

Allagamenti e disagi a Milano (foto ANSA)

ROMA – E’ stata confermata dal Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia l’allerta arancione già diramata ieri, 20 ottobre, per il maltempo. Resta quindi attivo il Centro operativo del Comune di Milano per monitorare il livello dei fiumi Seveso e Lambro fino alle prime ore di domani mattina, 22 ottobre, quando la situazione dovrebbe gradualmente tornare alla normalità. Infatti, spiega il Comune, dopo una pausa nella mattinata e nel primo pomeriggio di oggi, è prevista una nuova intensificazione delle precipitazioni per il resto della giornata e durante la notte. L’allerta meteo prevede il costante monitoraggio dei livelli di Seveso e Lambro e l’attivazione delle squadre di Protezione civile e delle pattuglie della Polizia locale. Anche la squadra del Servizio idrico MM sarà pronta a intervenire in caso di necessità. 

Liguria, allerta declassata ad arancione

E’ stata declassata da rossa ad arancione l’allerta meteo in corso nel centro della Liguria dalle 13 fino alla mezzanotte di oggi. Lo ha annunciato il governatore Giovanni Toti stamani a Genova durante il punto nel centro operativo della Protezione civile. L’allerta diventa arancione nel genovesato e nel savonese e si conferma arancione nelle valli Scrivia, Aveto e Trebbia. Dalla mezzanotte sarà ulteriormente declassata a gialla. Domani probabilmente scuole aperte a Genova e Savona. “Il fronte di perturbazione violento sta navigando in mare davanti a Genova, nel pomeriggio arriverà nel capoluogo ligure,- spiega Toti -. Sono possibili precipitazioni violente, non abbassiamo la guardia. Nelle prossime 8-10 ore – ha ribadito – sono possibili fenomeni violenti”. 

Piemonte, resta allerta arancione in nord regione 

Rimane l’allerta arancione per rischio idrogeologico sul nord del Piemonte per le ulteriori forti piogge previste, che determineranno – segnala la Protezione civile regionale – un ulteriore innalzamento dei corsi d’acqua e del livello del Lago Maggiore e d’Orta. Allerta gialla su alto vercellese e biellese. Sulle zone al confine con la Liguria, saranno possibili temporali molto forti nel tardo pomeriggio e in serata. Da domani pomeriggio il maltempo cesserà ovunque. La sala di Protezione civile di Corso Marche “continua a seguire con estrema attenzione l’evolversi della situazione. Gli interventi richiesti nel territorio sono stati di lieve entità e si sono risolti a livello locale, mentre nell’alessandrino, a Castellazzo Bormida, stanno intervenendo due motopompe della Colonna Mobile, nella zona del Bormida, mentre il sindaco di Casal Cermelli, ha richiesto 3 bancali di sacchetti di sabbia da distribuire alla popolazione. 

Valle D’Aosta, resta allerta gialla

Il centro funzionale della Regione ha emesso un bollettino di ordinaria criticità idrogeologica (allerta ‘gialla’, livello 1 su una scala crescente da 1 a 3 punti) per tutto il territorio della Valle d’Aosta. “Date le condizioni di saturazione del suolo – si legge – e le precipitazioni intense ancora attese per oggi e per la prima parte di domani, si possono innescare cadute di massi e frane superficiali, causando interruzioni temporanee della viabilità, danni localizzati ad infrastrutture, singoli edifici e attività antropiche”. Per martedì 21 ottobre l’ufficio meteo regionale prevede un cielo “molto nuvoloso con residue precipitazioni, neve a circa 2.900 metri, soprattutto nei settori sud-orientali, poi schiarite sempre più ampie fino a tempo piuttosto soleggiato in serata”. Lo zero termico è previsto a quota 3.200 metri.

Fonte: ANSA