Maltempo, neve e gelo: treni cancellati e autostrade chiuse. Tre morti a Brescia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2015 8:10 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2015 15:52
Maltempo, neve e gelo: al Nord non ci si muove, treni cancellati e autostrade chiuse

Foto Ansa

ROMA – La neve cade copiosa dal nord al sud Italia. Strade e autostrade chiuse, Tir bloccati sulla A1, forti disagi e ritardi sulla circolazione dei treni. La neve di Big Snow blocca il nord Italia. Dopo un giovedì sotto la neve, il 6 febbraio la giornata è iniziata con la conta dei danni del maltempo, tra scuole chiuse e treni bloccati. Tre persone nella provincia di Brescia sono morte mentre spalavano la neve.

Le Ferrovie dello Stato avvertono che la situazione è complicata soprattutto nel nodo di Bologna con il traffico dei regionali che sta subendo ritardi medi di 60 minuti e cancellazioni. Difficoltà anche per la circolazione dei treni a media e lunga percorrenza e per i treni ad alta velocità, che viaggiano al momento a velocità ridotta. La circolazione è fortemente rallentata anche in Lombardia, con interruzioni di circolazione sulla Milano-Chiasso e sulla Milano-Gallarate.

(CLICCA QUI PER LEGGERE L’ELENCO DELLE SCUOLE CHE RESTERANNO CHIUSE IL 6 E IL 7 FEBBRAIO)

5 x 1000

Brescia, tre persone morte mentre spalavano neve.

Tre persone sono morte nel Bresciano colpite da attacco cardiaco mentre spalavano la neve. E’ accaduto nei paesi di Dello, dove sono morte due persone, e Mairano. Le vittime sono persone anziane che stavano togliendo la neve dalla strada. Il 118   intervenuto in soccorso di altre cinque persone colte da malore anche loro mentre spalavano neve.

Treni, forti disagi e ritardi causa maltempo.

Ancora disagi alla circolazione ferroviaria a causa della neve nel nodo di Bologna e sulla linea alta velocità Bologna-Milano, dove i treni viaggiano al momento con riduzione di velocità. Lo rendono noto le Ferrovie dello Stato. Nel nodo bolognese, alle 13, i ritardi medi sono di 60 minuti circa e alcuni convogli regionali, circa la metà, sono stati cancellati o limitati nel loro percorso. Le criticità principali sulla Bologna-Prato, sulla Porrettana e la linea Carpi-Mantova.  Difficoltà anche per la circolazione dei treni a media e lunga percorrenza.

Ancora rallentato il traffico anche in Lombardia, in particolare sulla Milano-Chiasso e nei bacini di Cremona e Mantova. Trenitalia ha disposto il rimborso integrale del biglietto di Frecce e treni nazionali a chi rinuncia a partire da oggi, 6 febbraio, indipendentemente dalla cancellazione o meno del treno. Per ritardi superiori a 60 minuti, previsti gli indennizzi in vigore.

Continua il presidio nelle zone interessate dall’emergenza meteo. Sono 1.000 le persone di Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia a lavoro in tutta Italia per gestire l’emergenza e garantire la mobilità dei viaggiatori. Tutti gli impianti di assistenza ai clienti di Trenitalia, nelle stazioni interessate dall’ondata di maltempo, sono operativi ininterrottamente dalla scorsa notte.

Ustica isolata, cibo e farmaci con elicottero.

Sarà la protezione civile ad intervenire per portare viveri e medicine a Ustica, utilizzando l’elicottero della polizia. Dall’aeroporto palermitano di Boccadifalco verranno organizzati voli verso l’isola per portare i generi di prima necessità dopo che da 11 giorni il traghetto della Compagnia delle Isole non raggiunge Ustica a causa del maltempo. La decisione è stata presa in una riunione che si è svolta in prefettura. A richiedere l’intervento è stato il sindaco dell’isola Attilio Licciardi.

Venezia, picco acqua alta a 124 centimetri.

Acqua alta stamani a Venezia, dove la punta massima di marea sullo zero mareografico ha toccato una punta di 124 centimetri, con il conseguente allagamento di circa il 30% del suolo cittadino, in particolare l’area di San Marco. A Chioggia la massima ha raggiunto i 144 centimetri. Per Venezia è l’ottavo giorno consecutivo che le massime superano gli 80 cm, livello oltre il quale l’acqua alta comincia a interessare l’area marciana.

Senigallia, torna incubo alluvione.

Torna l’incubo alluvione a Senigallia, dove il Misa ha raggiunto i livelli di guardia e le mareggiate hanno allagato lungomare Italia e le zone già colpite dall’esondazione del 3 maggio scorso. Alcuni anziani sono stati portati in salvo in gommone dai vigili del fuoco. Tutte le scuole sono rimaste chiuse, così come i negozi del centro storico. Allagamenti e danni anche a Pesaro, Fano e nell’entroterra pesarese, dove è esondato il Foglia. A causa di detriti trascinati dal mare sui binari della ferrovia fra Ancona e Fano 20 treni hanno accumulato ritardi fino a 40 minuti. Ad Ancona il mare ha abbattuto un tratto della diga di contenimento della Fincantieri e ha invaso parte dei capannoni: nessun ferito, ma 100 operai sono stati evacuati.

Treni Lombardia, sospesa la linea Milano-Chiasso.

Continua a essere problematica la circolazione dei treni in Lombardia a causa del maltempo che sta interessando la regione. Per quanto riguarda le linee regionali, sulla Milano-Chiasso la circolazione è sospesa dalle 5 fra le stazioni di Seregno e Chiasso per la presenza di rami sulla linea di alimentazione elettrica dei treni e massi sui binari. Sulla Luino – Gallarate dalle 7.40 la circolazione sospesa  fra le stazioni di Ternate e Besozzo.

Sospesa la circolazione dalle 5 anche in tutto il bacino Cremonese, in particolare sulle linee Brescia-Parma, Cremona-Mantova, Treviglio-Cremona, Brescia-Cremona e Cremona-Fidenza-Piacenza.

Neve tra Siena e Firenze, chiusa la superstrada E45.

La superstrada E45 è stata chiusa in entrambe le direzioni per tutti i veicoli all’altezza del valico di Verghereto, tra Emilia Romagna e Toscana. Lo rende noto Viabilità Italia sottolineando che la chiusura è stata resa necessaria dalla presenza di mezzi pesanti rimasti bloccati dalla neve. Sulla zona è tuttora in atto una forte nevicata.

(—>>>CONTINUA A LEGGERE DOPO LA GALLERY)

(Foto Ansa)

Ancona, crolla blocco contenimento: Fincantieri allagata, 100 operai sgomberati.

Pioggia e mare grosso hanno fatto crollare un blocco della diga di contenimento a mare della Fincantieri di Ancona; altri tre blocchi delle mura si sono spostati. Il bacino interno del cantiere e le aree produttive all’aperto sono allagati, e alle 7 è stata decisa l’evacuazione dei 100 operai entrati in servizio un’ora prima: l’acqua è penetrata anche in parte dei capannoni. Non ci sono feriti. Sul posto sono al lavoro le squadre interne con pompe idrovore. Authority e Capitaneria hanno condotto un sopralluogo.

Autostrada A13 parzialmente riaperta.

A causa delle forti nevicate in Emilia Romagna il traffico sta subendo pesanti disagi anche in tutto il Veneto. La polizia stradale comunica che la A13 Padova-Bologna ha da poco riaperto l’entrate verso sud solo per le autovetture mentre il solo casello di Rovigo centro rimane chiuso. Anche la A22 nel tratto Veneto sta subendo disagi a causa delle forti nevicate in atto da Mantova verso sud.

Pescara, esonda il Foglia: residenti salvati con gommoni.

Nelle Marche oltre alla zona di Senigallia anche l’entroterra Pesarese e Fano sono alle prese con forti ondate di pioggia e venti che impediscono al mare di ricevere l’acqua dei fiumi. A Casinine il Foglia è uscito dagli argini allagando alcune abitazioni: i residenti sono stati tratti in salvo dai mezzi anfibi dei vigili del fuoco. Soccorsi anche alcuni automobilisti in panne. Allagamenti di scantinati e primi piani anche a Fano. Nevica invece al confine con l’Umbria: i passi di Colfiorito e del Cornello sono imbiancati, ma ancora transitabili.

Trieste, bora a 150 km/h: alberi caduti, treni in ritardo.

La Bora continua a soffiare impetuosa su Trieste, con raffiche che in nottata hanno raggiunto i 149 chilometri orari, secondo i dati dell’Ossservatorio meteo dell’Arpa, e stamani fanno registrare i 140 all’ora.

Il vento forte da Est-Nordest tuttavia non è accompagnato da precipitazioni per cui, nonostante i disagi e alcuni danni in città, non ci sono pericoli di ghiaccio a terra. Alcuni grandi alberi sono caduti nella zona intorno alla stazione ferroviaria, senza causare danni. Ritardi fino a 50 minuti si verificano invece lungo la linea ferroviaria tra Udine e Trieste, a causa di danni da maltempo tra le stazioni di Cormons e Gorizia.

Problemi e disagi per chi viaggi in autostrada.

In particolare sulla A1, dove però la coda dei Tir, per i quali è in atto un divieto di transito temporaneo sul tratto appenninico, è notevolmente diminuita. E’ quanto riferisce Autostrade per l’Italia nell’ultimo bollettino riferito alle 5.30 di questa mattina.

Nevica tra Milano e Calenzano, sulla A14 Bologna-Taranto tra Bologna e Forlì, su tutta la Diramazione per Ravenna, sulla A13 Bologna-Padova tra Bologna e Ferrara nord e su tutto in nodo autostradale cittadino. Nevica, ma meno, sulla A4 Milano-Brescia tra Pero e il bivio per la A21, su tutta la A9 Lainate Como Chiasso, su tutta la A8 Milano-Varese, sulla diramazione Gallarate-Gattico, sulla A26 tra Ghemme ed il bivio con la statale 33 del Sempione, tra la diramazione A7 e Casale Monferrato sud, su tutta la diramazione Stroppiana-Santhia.

I veicoli pesanti vengono momentaneamente fermati sulla A1 in direzione Bologna tra il Bivio con la A14 Bologna-Taranto e il Bivio per il Raccordo Bologna Casalecchio, tra Firenze Scandicci e Firenze nord in direzione Bologna, dove la coda, che ieri aveva toccato gli 11 chilometri, è ora limitata ad uno solo. Ai mezzi pesanti provenienti da nord (Torino-Milano) verso Firenze si consiglia di percorrere la A7 Milano-Genova, A12 Genova-Livorno e la A11 Firenze-Pisa nord o la strada statale Aurelia. L’autostrada A13 da Padova Est a Bologna è stata completamente chiusa al traffico nelle due direzioni per una forte nevicata che sta interessando l’Emilia Romagna. Stop mezzi pesanti in A14 da Senigallia verso nord.

Aeroporto di Bologna chiuso per neve.

L’Aeroporto di Bologna è chiuso alle operazioni di volo a causa della forte nevicata caduta sulla città. Il terminal è comunque aperto e si prevede che entro la mattinata i voli possano riprendere. Disagi anche per la circolazione stradale sulle strade della città. Problemi anche in Provincia: la ferrovia Porrettana è chiusa e problemi ci sono anche su molte strade.

(Foto Ansa)