Maltempo al Nord: frane, allagamenti e grandinate in Lombardia, Veneto e Piemonte

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2020 8:22 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2020 10:51
Maltempo al Nord: frane, allagamenti e grandinate in Lombardia, Veneto e Piemonte

Maltempo al Nord: frane, allagamenti e grandinate in Lombardia, Veneto e Piemonte (Nella foto Ansa, allagamenti a Gavirate, Varese)

VARESE  –  Il maltempo si è abbattuto sul Nord Italia domenica 7 giugno, provocando danni dalla Lombardia al Veneto.

Nella provincia di Varese una frana ha invaso la strada provinciale 69 nel comune di Laveno Mombello. Alcuni corsi d’acqua sono esondati. Situazione critica in particolare a Lavena Ponte Tresa, Cuvio e Cuveglio.

Una consistente massa di fango si è riversata nel Lago Maggiore dai fiumi Tresa e Margorabbia.

Anche Marchirolo è stata investita da forti temporali con allagamenti di cantine e abitazioni. Alcune famiglie sono state costrette a lasciare le loro case.

Il maltempo ha provocato particolari disagi a Gavirate, dove si è registrato anche uno smottamento che ha fatto crollare un muro di contenimento che costeggia la linea ferroviaria.

Tra i paesi più colpiti Brusimpiano, le cui strade si sono trasformate in fiumi di acqua e fango. In totale sono state evacuate cinque famiglie sul territorio della provincia di Varese.

Il maltempo ha colpito gran parte della Lombardia. A Milano strade allagate e preoccupazione a Milano per il Seveso e il Lambro, i cui livelli sono cresciuti nelle ultime ore.

Anche Valtellina e Valchiavenna sono state colpite dal maltempo, con vento a tratti e abbondanti precipitazioni piovose sul fondovalle. 

Alto il rischio di pozze insidiose sull’asfalto delle principali arterie, come le statali 36 dello Spluga e 38 dello Stelvio.

Le temperature sono crollate di oltre 12 gradi, mentre i Vigili del fuoco del distaccamento di Mese (Sondrio) sono intervenuti in territorio comunale di San Giacomo Filippo (Sondrio) per l’esondazione parziale del torrente Olcera che ha trascinato sulla sede stradale fango e detriti.

L’intervento dei pompieri e degli operai del Comune ha impedito la chiusura della statale 36 in quel tratto.

Un altro intervento dei Vigili del fuoco, sempre in Valchiavenna, per il taglio di alcuni rami pericolanti di alberi danneggiati dal forte vento.

Ancora pioggia violenta e grandinate sulla provincia di Bergamo. Ieri pomeriggio un masso è caduto su una strada ad Ardesio. Numerosi gli allagamenti soprattutto in Valle Brembana e Valle Imagna, con parecchi interventi dei vigili del fuoco.

Violenti acquazzoni anche nel capoluogo, con allagamenti e alberi caduti. Una frana si è verificata a Capizzone, con una famiglia isolata.

In Val Bremabana sono straripati alcuni torrenti e i vigili del fuoco sono intervenuti al Santuario della Cornabusa che, ricavato in una grotta naturale, risulta allagato.

Maltempo in Veneto

Decine gli interventi compiuti domenica dai vigili del fuoco in tutto il Veneto, in particolare in provincia di Treviso.

Decine le chiamate ricevute per allagamenti, alberi e pali della luce caduti in provincia, soprattutto dagli abitanti di Refrontolo, Volpago del Montello e Gaiarile. A Fregona una frana si è aperta in strada.

Nella provincia di Verona un violento nubifragio che si è abbattuto in serata sulla città scaligera e in provincia ha provocato danni.

In Valpolicella una grandinata durata 30 minuti tra Marano, Valgatara, San Floriano, Fumane e San Pietro in Cariano ha distrutto le ciliegie, ormai pronte per essere raccolte, mentre si fa la conta dei danni nelle vigne, dove si coltivano le uve del vino Valpolicella e del pregiato Amarone.

A Verona decine di interventi dei Vigili del fuoco per cantine, garage e sottopassi allagati. Colpiti vari quartieri della città: i disagi maggiori si sono registrati a Veronetta, Borgo Venezia e nel centro storico, dove sono stati danneggiati anche alcuni bar e negozi.

La bomba d’acqua ha provocato allagamenti e disagi alla viabilità anche nella stessa Verona. A palazzo Barbieri, sede del municipio, sono caduti pezzi di tufo dagli ornamenti delle colonne esterne senza provocare danni a persone.

Molti i sottopassi allagati con numerose auto bloccate nell’acqua. Allagati cantine e garage nella zona di Borgo Venezia, San Massimo, Santa Lucia con violenta grandinata che ha ricoperto le strade.

Numerose le voragini su diverse strade e allagata anche la zona di Portoni Borsari, in pieno centro storico. Nessun ferito ma molta paura per centinaia di famiglie.

Nubifragio a Torino

A Torino un violento nubifragio si è abbattuto domenica pomeriggio, con grandine mista alla pioggia e forti raffiche di vento.

Decine le telefonate ai vigili del fuoco per allagamenti, rami d’albero in strada e tombini intasati. Balconi e tetti si sono ricoperti del bianco dei chicchi, che hanno raggiunto discrete dimensioni in città come nell’area metropolitana.

Strade trasformate in torrenti a Cambiano, nella zona sud del capoluogo piemontese, dove anche Santena è finita sottacqua. (Fonti: Ansa, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)