Maltempo/ Oltre venti feriti per la tromba d’aria nel trevigiano. Danni per centinaia di milioni

Alessandro Marchetti (Scuola Superiore di Giornalismo Luiss)
Pubblicato il 8 giugno 2009 10:16 | Ultimo aggiornamento: 8 giugno 2009 10:16

Ventotto feriti di cui uno grave, duecento  sfollati, quindici case totalmente inagibili e centinaia di interventi dei vigili del fuoco sia in Veneto che in Friuli Venezia Giulia. Questo il tragico bollettino del violento temporale che ha colpito il trevigiano nelle giornate di sabato e domenica.

La zona più colpita è quella di Castelfranco Veneto e Riese Pio X, a ovest del capoluogo veneto dove si è abbattuta persino una tromba d’aria. In quelle zone la pioggia e le violente raffiche di vento hanno scoperchiato i tetti di numerose abitazioni, abbattuto alberi e strutture stradali. Mentre gli italiani sono travolti dal turbine di sondaggi e proiezioni sulle elezioni europee, nella provincia di Treviso si fa la conta dei danni che le prime stime valutano in centinaia di milioni di euro.

Il governatore Giancarlo Galan annuncia che la Regione chiederà al Governo lo stato di crisi per le zone colpite, mentre il ministro per le Politiche agricole Luca Zaia assicura l’impegno dell’esecutivo. Gli fa eco il ministro del lavoro Maurizio Sacconi che ha espresso vicinanza alle popolazioni colpite: «Sono impegnato per l’adozione di tutte le misure conseguenti ai danni subiti tanto dalle abitazioni quanto dalle attività produttive sulla base della ricognizione che è in corso», ha affermato Sacconi.