Cronaca Italia

Maltempo, pioggia neve e frane per altri 2 giorni. Allerta su Toscana e Lazio

Maltempo, ancora pioggia neve e frane. Emilia, ancora allarme per il Secchia

Maltempo, ancora pioggia neve e frane fino a mercoledì

ROMA – E’ ancora allerta maltempo sull’Italia. Dal pomeriggio di lunedì per le successive 24-36 ore sono previste criticità nel Lazio dovute a frane e smottamenti. Allerta fiumi anche in Friuli, Liguria e Toscana, scuole chiuse in Maremma, nevicate abbondanti a partire dai 700 metri in Piemonte e sulle Alpi e strade chiuse a Roma. Un po’ di schiarite a partire da mercoledì su Alpi, Nordovest e Toscana. Su alto Adriatico e Centrosud ci saranno invece ancora molte nubi con alcune piogge su bassa Campania, Calabria tirrenica, Abruzzo, Molise, Puglia e sulle Isole.

FRIULI VENEZIA GIULIA – La Protezione civile ha lanciato una nuova allerta. Con le nuove precipitazioni previste dal pomeriggio si temono l’innalzamento dei corsi d’acqua di pianura del bacino dell’Isonzo e di quelli di risorgiva della bassa pianura, situazioni di crisi nella rete idrografica minore e allagamenti nei centri urbani. In montagna ci sarà pericolo di slavine e moderato pericolo valanghe, anche a causa della nuova neve prevista, che potrebbe causare le ennesime interruzioni della viabilità e possibili nuovi black out elettrici.

LIGURIA – Pioggia diffusa questa notte in Liguria, dove le precipitazioni sono previste per tutta la giornata tanto che è stato proclamato lo stato di allerta. La pioggia sul terreno già saturo potrebbe causare nuove frane e smottamenti. Questa mattina nell’imperiese sotto la pioggia diffusa e persistente una frana si è abbattuta sulla provinciale 55 che collega Ceriana con Baiardo. Il traffico procede a senso unico alternato. Inoltre è stato emanato lo stato di allerta 1 per neve sull’entroterra savonese e genovese dalle 9 alle 21 di oggi.

EMILIA ROMAGNA – Le squadre della Protezione civile continuano a tenere sotto controllo gli argini di Secchia e Panaro dopo l’alluvione dei giorni scorsi. La Cia-Confederazione italiana agricoltori, intanto, fa i conti dei danni all’agricoltura: si stimano circa 54 milioni di euro di perdite. –

TOSCANA – Questa mattina si è riunita presso la sede della Protezione civile l’unità di crisi a seguito dell’emissione, ieri, da parte della Regione Toscana dell’allerta di criticità elevata per pioggia per la giornata di oggi. Allo stato attuale la situazione è sotto controllo ma sono attesi peggioramenti. Situazione critica su diverse strade, chiusa per frana la Sp306 Casolana-Riolese. Ad Arezzo e provincia avviso di criticità fino alla mezzanotte di martedì, per rischio idrogeologico-idraulico “elevato” per le zone della Valdichiana e del Valdarno e ”moderato” per il Casentino e la Valtiberina. A Grosseto un’auto è rimasta intrappolata a causa dell’acqua in un sottopasso: i passeggeri, marito e moglie, sono stati tratti in salvo dai vigili del fuoco. In Maremma oggi chiuse le scuole. A Pisa e provincia la stima dei danni, dopo le alluvioni, supera i 19 milioni. –

UMBRIA – Cresce l’allarme frane sul territorio provinciale di Perugia. Strade in dissesto e alcune chiuse al traffico.

ABRUZZO – Traffico rallentato, a quanto fa sapere l’Anas, sulla statale 81 che in due tratti è stata interessata da una frana.

LAZIO – Piccole frane a Roma Nord per la nuova ondata di maltempo sulla Capitale. I vigili del fuoco sono intervenuti per alcuni smottamenti e per alcuni allagamenti. Intanto, viale dei Cavalieri di Vittorio Veneto resta chiusa e i vigili sono al lavoro per rimuovere la terra franata sulla strada: tre villini, proprio a causa della frana, sabato scorso sono stati evacuati. ”L’emergenza buche a Roma continua ed è sempre più imponente”, denuncia l’Adoc. All’Eur al lavoro per alberi e rami caduti. A Fiumicino madre e figlio sono stati soccorsi dopo che un albero era crollato sulla Smart, a bordo della quale i due viaggiavano. Dopo essere stati soccorsi dai vigili del fuoco, i due sono stati trasportati dal 118 all’ospedale San Camillo: la madre non sarebbe in gravi condizioni, mentre il ragazzino è stato soccorso in codice rosso. –

CAMPANIA – Sono tre le strade statali interessate da chiusure o rallentamenti a causa di frane: si tratta della statale 163, dal km 26.5 al km 26.5, per caduta massi e la statale 19, dal km 45.7 al km 47.4, per una frana. Traffico rallentato, invece, sulla ss7bis in Campania dove è segnalata la presenza di detriti e fango sul piano viabile.

CALABRIA – Frane anche in Calabria con rallentamenti sulla statale 182 in due tratti, dal km 1.7 al km 1.7 e dal km 29.9 al km 29.9. Chiusa, invece, informa l’Anas, la strada statale 481 dal km 21.2 al km 21.4. – SICILIA – Non diversa la situazione in Sicilia dove sono tre le statali interessate da rallentamenti per frana. –

SARDEGNA – La Protezione civile ha diramato l’allerta per moderata criticità per rischio idrogeologico localizzato nelle zone di Campidano, Montevecchio-Pischilappiu, Logudoro,Tirso e Iglesiente. Da stamani e per le successive 24-36 ore si prevedono precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale e venti di burrasca. Mareggiate lungo le coste esposte.

To Top