Maltempo, piove su tutta Italia: Gra bloccato per 30 km a Roma, tregua del Po

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Dicembre 2014 10:14 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2014 10:47
Maltempo, piove su tutta Italia: Gra bloccato per 30 km a Roma, tregua del Po

Maltempo, allagamenti a Torino (Foto Ansa)

ROMA – Pioggia e temperature in calo su tutta l’Italia con la perturbazione arrivata il 1° dicembre e che da martedì 2 dicembre ha creato disagi a Roma per un violento nubifragio nella notte. Il traffico sul Grande raccordo anulare è in tilt: code per 30 chilometri e circolazione rallentata. In Piemonte, dopo l’allerta di lunedì, la piena del fiume Po sembra concedere una tregua. Acqua alta a Venezia, con picchi di 109 centimetri.

Roma, traffico in tilt sul Gra e mini incidenti.

Traffico in tilt sul Grande Raccordo Anulare di Roma, dove su tutti i 62 chilometri dell’anello, secondo la polizia stradale, si registrano rallentamenti in entrambe le direzioni. Il traffico non è paralizzato, ma si registrano code ‘a fisarmonica’ ovvero a tratti ci sono incolonnamenti e poi i veicoli riprendono a circolare ma a velocità rallentata.

Particolarmente difficile la situazione “con traffico rallentato con code” nei 30 chilometri che separano lo svincolo di via Cassia (Km 12,2) e lo svincolo di via Appia (Km 44,3) in direzione carreggiata interna. A peggiorare la situazione sul Gra molti micro-incidenti.

Un incidente è avvenuto al km 48,000, all’altezza dello svincolo di via Ardeatina, tra un furgone e un’autovettura che si trovano sulla corsia di sorpasso. Una persona è rimasta ferita in modo lieve.

Un altro incidente è stato segnalato all’altezza del km 63,500, nel tratto compreso tra lo svincolo di via della Pisana e lo svincolo di via della Magliana. L’incidente ha coinvolto un’autovettura e una moto, che sono state prima spostate sulla corsia di emergenza e poi rimosse, causando il ferimento di due persone. Forti ripercussioni si registrano sull’autostrada Roma-Fiumicino.

Situazione molto pesante sulla Cassia bis dove, secondo la polizia stradale, ci sono 10 chilometri di fila. Forti rallentamenti anche sulla via del Mare, via Salaria e via Flaminia, qui le code raggiungono, in entrata a Roma, quasi i dieci chilometri da Prima Porta a Corso Francia. Per un incidente sulla Tangenziale Est è bloccato l’accesso in galleria all’ altezza dell’uscita A24 verso il Foro Italico Situazione difficile su via Ardeatina e via Laurentina, dove – spiegano i vigili urbani – si sono verificati smottamenti dovuti al nubifragio della scorsa notte.

Sulla Laurentina, all’altezza del km 16 la circolazione è a senso unico alternato. Infine per un allagamento, fanno sapere i vigili urbani, è stato chiuso il sottopasso di piazzale Euclide.

Piemonte, tregua del maltempo. Livello fiumi inizia a scendere.

Dopo le incessanti precipitazioni dei giorni scorsi, dalla notte non piove più su buona parte della regione. Il livello del fiume Po, che ieri pomeriggio ha superato i 4 metri, allagando le campagne e, a Torino, Murazzi e Borgo Medievale, è sceso rapidamente. In calo anche gli altri fiumi, con valori al di sotto della soglia. Si tratta però di una tregua passeggera. Previsti piovaschi anche nei prossimi giorni. Il sole si rivedrà dal weekend.

Acqua alta a Venezia, picco a 109 centimetri.

Il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree ha registrato il 2 dicembre, alle ore 8.20, al mareografo di Punta della Salute, una punta massima di marea di 109 cm sullo zero mareografico. A Lido diga Sud la marea ha raggiunto una punta massima di 113 cm.

All’origine del fenomeno, in presenza di un centro di bassa pressione attivo sulla Sardegna, che suscita venti meridionali su medio e basso Adriatico, e quindi una spinta verso il Nord delle acque del mare, mentre a Venezia soffia vento di bora, è stato soprattutto il ritorno dell’onda di sessa (nella giornata di ieri il contributo meteorologico era arrivato a un massimo di 68 cm).

Il Centro Maree, che la mattina del 1° dicembre aveva previsto per martedì una punta massima sui 115 cm, nel corso della giornata ha ritoccato la previsione al ribasso (110 cm) e questa mattina alle ore 4.30 ha azionato le sirene di allertamento, con il segnale sonoro di primo livello, con una previsione sui 105-110 cm. Per domani, il Centro Maree prevede ancora marea molto sostenuta, sui 110 cm alle ore 8.