Maltempo, previsioni meteo fino al 26 gennaio: pioggia, freddo e neve in arrivo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 gennaio 2014 12:13 | Ultimo aggiornamento: 24 gennaio 2014 12:13
Maltempo, previsioni meteo fino al 26 gennaio: pioggia, freddo e neve in arrivo

Maltempo, previsioni meteo fino al 26 gennaio: pioggia, freddo e neve in arrivo (Foto LaPresse)

ROMA – Una nuova perturbazione è arrivata sull’Italia dal nord Atlantico e porterà pioggia, neve a bassa quota e freddo nel week end. La perturbazione è arrivata la sera di giovedì 23 gennaio sulle regioni del centrosud e da venerdì 24 gennaio temporali e intense precipitazioni si abbatteranno su Lazio, Toscana, Emilia Romagna e Campania. Il maltempo poi si sposterà verso il sud e su Sardegna e Sicilia.

Neve è prevista anche in collina a partire da 400 metri di quota in Emilia Romagna e nelle Marche, mentre forti venti spirano sul Tirreno e un vento di bora arriverà sull’Adriatico. La perturbazione imperverserà sull’Italia anche sabato 25 gennaio, con l’arrivo di venti più freddi al nord che investiranno il resto del paese tra sabato e domenica 26.

Meteo venerdì 24 gennaio.

Piogge in arrivo su tutto il centro Sud, la Sardegna e la Sicilia. Venti di bora e di maestrale spirano sulle coste adriatica e tirrenica, mentre le temperature sono in lieve diminuzione. La neve cade a partire dai 400 metri di quota sulle Alpi orientali e dalla sera del 24 gennaio anche sugli Appennini.

Scrive il portale web IlMeteo.it:

“NORD: molto nuvoloso al Nordest con piogge diffuse al mattino, più moderate o forti sull’Emilia Romagna occidentale. Va meglio sul Piemonte, Liguria e poi anche Lombardia. Migliora anche su Veneto, Trentino e Friuli nel corso del pomeriggio, piogge ancora in Romagna. Venti moderati o forti di bora sulle coste romagnole. Neve sopra i 7/800 metri al Nordest, ma in calo fino a 600 metri. Temperature pressoché stazionarie o in leggero calo in entrambi i valori.

CENTRO: nubi diffuse su tutte le regioni con piogge. Al mattino fenomeni molto forti sulle coste laziali e su questa regioni in genere, poi le precipitazioni più consistenti si portano sui settori adriatici dove nevicherà inizialmente sopra i 700 metri, poi in rapido calo dal pomeriggio e sera e fin sopra i 4/500 metri. Temperature in leggero calo le massime, più o meno stazionarie o con locali aumenti le minime.

SUD: molto nuvoloso su gran parte delle regioni con piogge diffuse, forti sulle coste tirreniche di Calabria e Campania. Piogge moderate o forti anche sul Salento. Fenomeni meno intensi sul resto delle regioni. In serata, il disporsi dei venti da Nord favorirà precipitazioni importanti sulle coste settentrionali della Sicilia. Nevicate sui rilievi a quote superiori agli 800 metri circa. Temperature massime con non più di 14° in pianura, minime più o meno stazionarie”.

Meteo sabato 25 gennaio.

Il freddo arriva al nord Italia portato dai venti, che spazzano via le nubi e lasciano tempo soleggiato, mentre le nubi e le piogge si spingono verso il sud, con nevicate a bassa quota sono previste già a partire dai 400 metri sulle regioni meridionali. In calo le temperature su tutto il Paese.

IlMeteo.it spiega la situazione:

“NORD: il tempo migliora su tutte le regioni con sole prevalente ovunque salvo qualche occasionale addensamento sui rilievi altoatesini associato a fiocchi fino in valle. Temperature in calo con minime intorno allo zero o anche di qualche grado sotto in pianura e gelate estese. Temperature massime comprese tra 5 e 9 gradi in pianura.

CENTRO: cieli nuvolosi sulle regioni adriatiche con piogge sparse e locali nevicate fino a bassa quota o in collina specie tra Marche, Abruzzo e Molise poi fenomeni via via in attenuazione in giornata. Prevale il tempo asciutto e ampiamente soleggiato sul resto delle regioni salvo qualche addensamento sui settori orientali di Umbria e Lazio associato a deboli piovaschi o fiocchi a 400/500 m. Temperature in calo con massime tra 8 e 11° in pianura, fino a 13° in Sardegna, minime comprese tra 3 e 6 gradi. Venti forti di Tramontana su tutti i bacini, moderati o forti da Nord/Nordest sulle aree interne.

SUD: molte nubi tra Puglia, Est Campania, Lucania e sul basso Tirreno tra Calabria Nord Sicilia con piogge e rovesci frequenti e locali nevicate a 300/500 m tra Puglia, Campania e Lucania, sopra 800 metri tra Calabria e Sicilia. Tempo migliore su Ovest Campania, Sud Lucania, sul Golfo di Taranto e su Centro-sud Sicilia con fenomeni deboli e irregolari o anche assenti e ampie schiarite. Temperature in calo con massime in pianura comprese tra 8 e 11 gradi. Venti forti di Tramontana o Maestrale ovunque, specie sui bacini”.

Meteo domenica 26 gennaio.

Per chi sperava in una domenica di Sole, il tempo inizia a migliorare in Italia con la perturbazione che si sposta verso la Grecia, ma freddo e piogge continuano ad imperversare, anche se con fenomeni più deboli.

La neve continua a cadere a bassa quota sulla penisola, mentre temporali e nevicate intense si spostato sulla Sicilia, dove i primi fiocchi cadranno a partire dagli 800 metri di quota. Temperature in diminuzione, soprattutto al Nord e al Centro, con minime sotto lo zero anche in pianura.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other