Maltempo Roma, vigili su Twitter “testimoni” di allagamenti e strade chiuse

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 novembre 2014 14:12 | Ultimo aggiornamento: 6 novembre 2014 14:12
Maltempo Roma, vigili su Twitter "testimoni" di allagamenti e strade chiuse

Foto Twitter

ROMA – Strade allagate e chiuse al traffico. Avvisi che passano su Twitter direttamente dall’account della Polizia Municipale di Roma, che con tanto di foto ha descritto la situazione della Capitale nella mattina di maltempo del 6 novembre. E così i vigili diventano i testimoni del disastro e portano i cittadini a porsi la domanda che, ogni volta che piove su Roma, tutti ripetono: la pulizia dei tombini e la manutenzione delle strade, forse, avrebbe evitato gli allagamenti.

Andrea Andrei scrive sul Messaggero:

“La cosa curiosa è che, a testimoniare gli enormi disagi a cui i romani devono andare incontro in questa ennesima giornata di passione, è il profilo Twitter della Polizia di Roma Capitale. Lì infatti i vigili urbani, dalle prime ore della giornata, hanno segnalato i vari problemi che si presentano nella capitale a causa del maltempo.

Un buon servizio per i cittadini, che almeno sanno quali sono le strade evitare (o meglio le poche percorribili). Ma il risultato è che in poco tempo la bacheca del profilo @PLRomaCapitale si è trasformata nella cronaca di un disastro. Cronaca che inizia alle 7.35, con il messaggio “Via Ronciglione chiusa al traffico per alberi pericolanti”, per poi continuare con una triste sfilza di avvisi: allagamenti in via Prenestina, viale della Primavera, Stazione Tiburtina, via di Vigna Murata, via Tuscolana, via Salviati, viale Manzoni, viale Falcone e Borsellino, viale Castrense, viale Regina Elena, piazzale Appio, piazzale Metronio, piazza di Porta Capena, via dei Cerchi, largo di Porta San Pancrazio, via di Sant’Alessandro, via Casilina, via Collatina”.

La domanda che tutti i romani si pongono è dunque una:

“Viene da chiedersi, come al solito, se tutti questi disagi non potevano essere evitati con una corretta manutenzione dei tombini (le foto dei nostri lettori documentano in che condizioni siano) e delle strade. Ancor più triste pensare che, per ognuno di quegli avvisi, c’è gente che non riesce ad arrivare al lavoro, o a casa. Ci sono quelle storie quotidiane che valgono di più di qualsiasi discorso, perché sono lo specchio di una metropoli in cui la qualità della vita è sempre più bassa. Basta dare un’occhiata a quel profilo Twitter”.