Maltempo, scuole chiuse in Sardegna e Campania: elenco Comuni

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 novembre 2018 15:50 | Ultimo aggiornamento: 20 novembre 2018 7:53
Maltempo, scuole chiuse martedì 20 novembre in Sardegna e Campania

Maltempo, scuole chiuse martedì 20 novembre in Sardegna e Campania (Foto Ansa)

ROMA – Allerta maltempo al centro-sud: scuole chiuse in Sardegna e in Campania martedì 20 novembre. I Comuni interessati dalla chiusura per decisione dei rispettivi sindaci sono Angri, Siano, Torre del Greco, Sarno e Ischia in Campania e Sassari, Alghero, Codrongianos e Sorso in Sardegna. A Cagliari sono off limits anche i parchi dopo l’allerta meteo arancione diramata dalla protezione civile. 

Ma l’allerta meteo riguarda anche il Lazio: qui l’Agenzia regionale di Protezione civile ha emesso un bollettino di criticità idrogeologica per temporali che prevede, a partire dal pomeriggio di lunedì 19 novembre e per le prossime 24-36 ore, codice arancione per rischio idrogeologico per temporali su tutte le zone di allerta della regione. 

Una nuova ondata di maltempo si sta infatti per abbattere sul centro-sud, mentre al nord è arrivata la prima neve. Il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara spiega che saranno “colpite in particolare le regioni tirreniche tra cui Lazio, Campania, Calabria e Sicilia, dove non si escludono nubifragi, mentre sull’Appennino cadrà la neve, inizialmente a 800-1200 metri su quello centrale ma con quota in rialzo”.

TORNA IL MALTEMPO – Peggiora anche al Nord con primi deboli fenomeni su Alpi, Prealpi, Piemonte, lunedì sera-notte in risalita sul resto del Settentrione. Martedì precipitazioni sul Nordest, mentre migliorerà gradualmente al Nordovest, dove il clima sarà decisamente invernale, tanto che la neve cadrà a quote basse e in genere oltre 400-700 metri, ma anche fin verso i 200-400 metri in Piemonte e a tratti in pianura sull’Emilia, mista a pioggia. I fiocchi misti a pioggia saranno possibili su città come Bologna, Reggio Emilia e Modena. Neve debole a Cuneo, a tratti in pianura sul torinese occidentale.