Maltempo Sicilia, travolto da un’ondata di fango: agente penitenziario trovato morto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Ottobre 2019 8:26 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2019 10:14
Maltempo Sicilia, una foto dei Vigili del Fuoco

Maltempo Sicilia, Vigili del Fuoco al lavoro nel catanese (foto Ansa)

ROMA – Era un agente di polizia penitenziaria l’uomo disperso nella notte tra venerdì e sabato 26 ottobre e poi trovato morto sulla statale 115 tra Noto e Rosolini. 

L’auto dell’agente, Giuseppe Cappello, 52 anni, è stata travolta da un’ondata di fango causata dall’esondazione del torrente Tellaro, a Noto, Siracusa.

Il corpo del cinquantaduenne è stato trovato dai vigili del fuoco di Palazzolo in un terreno a qualche centinaio di metri dalla sua autovettura. Secondo la ricostruzione, l’agente sarebbe rimasto in panne con l’auto, ma dopo essere sceso sarebbe scivolato e poi trascinato dalla corrente. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta affidando le indagini ai carabinieri.

Sono state invece tutte recuperate e sono in buone condizioni le persone che si trovavano a bordo delle due auto investite dalla piena improvvisa. Si tratta di 8 persone che i vigili del fuoco hanno rintracciato nei pressi delle auto, poco distanti dal punto in cui i testimoni avevano visto le vetture travolte dall’acqua.

Oggi scuole chiuse a Catania.

Resteranno chiuse oggi le scuole a Catania. Lo ha disposto ieri, per il secondo giorno consecutivo, il sindaco Salvo Pogliese dopo il nuovo avviso di rischio idrogeologico e idraulico diramato dalla protezione civile regionale, con la conferma del livello di allerta rossa. L’ordinanza prevede, tra l’altro, per oggi la chiusura degli edifici scolastici di ogni ordine e grado e l’interdizione delle aree pubbliche potenzialmente a rischio quali parchi e giardini pubblici, mercati e cimiteri. L’apertura della Fiera dei Morti nell’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena è inoltre rinviata a domenica.

Fonte: Ansa.