Maltempo Sicilia, il sindaco di Noto: “Valutiamo se richiedere lo stato di calamità”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Ottobre 2019 10:23 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2019 10:23
Maltempo Sicilia, Ansa

Maltempo Sicilia (foto d’archivio Ansa)

ROMA – “Comunico alla cittadinanza che dopo una difficilissima notte di lavoro la Protezione Civile Comunale sta provvedendo alla ricognizione dei danni e alla viabilità su tutto il territorio comunale per una valutazione della richiesta dello stato di calamità”. Lo dichiara il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, all’indomani della lunga notte di maltempo che ha visto la Sicilia orientale colpita da forti raffiche di pioggia che hanno provocato disagi e danni.
 
“Sulla Statale 115 Noto-Rosolini – prosegue Bonfanti – una persona di Rosolini è stata ritrovata deceduta: era stata segnalata come dispersa nella notte dopo il ritrovamento della sua auto abbandonata sul ciglio della strada. Altre persone, invece, sono state portate in salvo. Ai familiari della vittima la vicinanza della comunità netina tutta”.

“Le condizioni meteo sono comunque in miglioramento – conclude il sindaco – ma invito tutti alla massima prudenza, soprattutto in prossimità dei corsi d’acqua e delle aree allagate. Rinnovo pubblicamente il mio ringraziamento alle donne e agli uomini della Protezione Civile Comunale coordinati da Saverio Torino e al responsabile del Servizio Comunale, Rosario Lunetta”.

Maltempo Sicilia, travolto da un’ondata di fango: agente penitenziario trovato morto

Era un agente di polizia penitenziaria l’uomo disperso nella notte tra venerdì e sabato 26 ottobre e poi trovato morto sulla statale 115 tra Noto e Rosolini. 

L’auto dell’agente, Giuseppe Cappello, 52 anni, è stata travolta da un’ondata di fango causata dall’esondazione del torrente Tellaro, a Noto, Siracusa.

Il corpo del cinquantaduenne è stato trovato dai vigili del fuoco di Palazzolo in un terreno a qualche centinaio di metri dalla sua autovettura. Secondo la ricostruzione, l’agente sarebbe rimasto in panne con l’auto, ma dopo essere sceso sarebbe scivolato e poi trascinato dalla corrente. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta affidando le indagini ai carabinieri.

Fonte: Ansa.