Maltempo, lunedì torna allerta Centro-Nord: quinta perturbazione in un mese

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2014 21:59 | Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2014 21:59
Maltempo, torna allerta Centro-Nord: quinta perturbazione in un mese

Maltempo, torna allerta Centro-Nord: quinta perturbazione in un mese

ROMA – Dopo la breve tregua domenicale, la settimana si apre con l’arrivo dalla Francia di una nuova perturbazione, la quinta del mese, che porterà un lunedì con forti piogge su tutto il Centro Nord. A dirlo sono gli esperti del Centro Epson Meteo.

Per lunedì è previsto tempo in peggioramento con piogge in mattinata nelle regioni di Nordovest e Toscana. Maltempo in estensione nel pomeriggio al resto del Nord, al Lazio, all’Umbria al nord delle Marche e alla Sardegna. In serata peggiora anche in Abruzzo e nel nord della Campania.

Le zone a rischio piogge forti saranno: Liguria (centro-orientale), alto Piemonte, Lombardia regioni di Nordest e regioni centrali tirreniche. I quantitativi di pioggia più consistenti (tra 70-80 mm) si accumuleranno su alta Lombardia, Prealpi di Nordest, Liguria centro orientale (da Genova verso la Spezia) e alta Toscana.

In quota, avvertono gli esperti del Centro Epson, nevicate sul settore alpino centro-occidentale tra 1000-1200 metri e su quello orientale tra 1200-1400 metri. Neve anche sull’Appennino settentrionale a partire dai 1300 metri. Nella notte la quota neve sarà in ulteriore calo sulle Alpi fino a 1000-1200 metri.

Sempre in nottata sono previsti invece miglioramenti su regioni di Nordovest, in Emilia Romagna, Toscana e Sardegna. Le piogge si spostano su Molise, sud Campania e ovest Sicilia. Le zone critiche saranno Veneto orientale, Friuli Venezia Giulia, Lazio e alta Campania. Venti meridionali da moderati a forti sui mari di Ponente. Temperature in calo al Nord alta Toscana.

Martedì, annuncia il meteorologo Daniele Izzo, la coda della perturbazione porterà piogge isolate al Sud peninsulare (fenomeni intensi su bassa Campania e alta Calabria tirrenica) con tendenza a rapido miglioramento nel pomeriggio. Residue piogge su Friuli Venezia Giulia e alta Toscana. Le zone di sereno diventeranno via via sempre più ampie. Attenzione al ritorno delle nebbie nelle ore più fredde in Val Padana e nelle valli del Centro.

Da mercoledì, conclude il meteorologo Izzo, le proiezioni a lungo termine indicano finalmente il ritorno dell’alta pressione che garantirà per più giorni una fase di tempo bello e stabile su tutta l’Italia.