Maltempo, da giovedì 15 marzo torna il freddo: Burian 2 in arrivo?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 marzo 2018 15:23 | Ultimo aggiornamento: 15 marzo 2018 15:23
Maltempo, da giovedì 15 marzo torna il freddo: Burian 2 in arrivo?

Maltempo, da giovedì 15 marzo torna il freddo: Burian 2 in arrivo?

ROMA – Una nuova perturbazione in arrivo sull’Italia dal 15 marzo porterà un’altra ondata di maltempo segnato da un clima freddo e ancora neve.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

Il weekend del 17 e 18 marzo sarà dunque all’insegna del gelo e del freddo. Un Burian 2 insomma sarebbe in arrivo sul Paese, spiega Manuel Mazzoleni sul sito 3bmeteo.com:

“METEO GIOVEDÌ- La perturbazione raggiungerà sin dal mattino il Nordovest e l’alta Toscana avanzando poi verso il Nordest e le regioni centrali, Sardegna compresa. Solo in serata i fenomeni raggiungeranno parte del Meridione, mentre inizierà a migliorare al Nordovest e sull’alto versante tirrenico. Previsti fenomeni anche intensi e temporaleschi su Liguria, Toscana e Lazio, nonché piogge abbondanti sulla fascia prealpina e sul Friuli Venezia Giulia; nevicate sull’arco alpino mediamente dai 1000-1500m, ma anche più in basso tra Piemonte e Valle d’Aosta.

 

BREVE TREGUA VENERDI’, MA… – Venerdì tendenza a parziale miglioramento seppur con ancora residua variabilità e qualche fenomeno su Est Alpi, Tirreniche centro settentrionali e dorsale centrale. Già entro fine giornata, tuttavia, un nuovo impulso instabile porterà nuove piogge su Sardegna, Nordovest e parte del Centro e del Nordest.

TENDENZA WEEKEND –  Ci attende così un sabato ancora di maltempo in molte parti dello Stivale, in particolar modo su regioni settentrionali, tirreniche e Marche con qualche fenomeno in sconfinamento anche sulle Adriatiche centro meridionali. Ombrelli a portata di mano anche domenica con precipitazioni da Nord a Sud, localmente anche intense su Tirreniche meridionali e alto Piemonte. Attese nevicate su Alpi e Appennino dapprima oltre i 1000/1400m ma in calo domenica sino a quote collinari, stante l’ingresso di correnti fredde da Nordest”.