Maltempo tra Veneto e Friuli, bomba d’acqua e grandine: alberi caduti e strade allagate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Settembre 2019 8:55 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2019 8:57
Maltempo in Veneto

Foto archivio ANSA

PADOVA – Maltempo al nord Italia. Una bomba d’acqua con grandine, pioggia e vento si è abbattuta nella zona tra Veneto e Friuli nella notte tra 8 e 9 settembre. Alberi e rami caduti, strade allagate e danni sono stati segnalati tra Monselice e Mestrino, nella provincia di Padova, ma anche tra San Donà di Piave, Latisana e San Michele al Tagliamento. Sulla costa tra Rosolina e Cavallino Treporti invece si sono formate alcune trombe marine nel pomeriggio di domenica. La temperatura nella zona ha subito un repentino crollo, con valori di 13 gradi in pianura.

La forte ondata di maltempo che ha investito le due regioni ha provocato danni e disagi. Tra allagamenti, alberi caduti e blackout sono state molte le segnalazioni ai vigili del fuoco, che hanno lavorato tutta domenica per ripristinare la strada e liberarla dai rami e dagli alberi caduti a causa del vento. Abbondanti piogge e fulmini sono caduti anche tra Latinasa ed Eraclea, con strade e sottopassi chiusi per allagamenti. 

La stazione meteo di Portogruaro ha registrato 51 millimetri di pioggia caduti in appena mezz’ora domenica 8, mentre quella di San Donà di Piave ne ha registrati 50 millimetri in 45 minuti. Un autombilista a Latisana è rimasto sommerso con l’auto mentre attraversava un sottopasso, ma è riuscito a mettersi in salvo. (Fonte ANSA e Leggo)