Mamma 40 anni suicida a Treviso per foto scandalo sul web

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Novembre 2015 10:11 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2015 10:11
Mamma 40 anni suicida a Treviso per foto scandalo sul web

Mamma 40 anni suicida a Treviso per foto scandalo sul web

TREVISO – Si era fidata di un uomo conosciuto sul web. Un amico virtuale, forse qualcosa di più. A quell’uomo una donna di Treviso aveva spedito delle sue foto intime. Scatti senza veli. E lui, lo sconosciuto, altro non ha fatto che la cosa più squallida. Quelle foto le ha prese e le ha diffuse in rete. Ovviamente senza il consenso della donna.

Quando le foto hanno cominciato a circolare, per la donna, una quarantenne madre di due figli è stata una tragedia: la vergogna da una parte, la bagarre in casa e la crisi coniugale dall’altra. Troppo. La donna si è uccisa. Ha scritto un bigliettino scusandosi e dicendo che non ce la faceva più. Ha atteso un momento tranquillo ed è entrata in bagno con una corda. Si è impiccata.  Tutto accaduto a inizio del 2015. Ora, però, sulla tragica vicenda è stata finalmente aperta una inchiesta. Scrive sul Gazzettino Roberto Ortolan: 

«Non posso sopportarlo. La faccio finita». Così una 40enne, madre di due figli, si è tolta la vita impiccandosi nel bagno di casa. Sulla tragedia, che risale all’inizio del 2015, stanno indagando i carabinieri di Castelfranco e la Procura di Treviso. Il movente? Sarebbe stata la vergogna a spingere la donna al suicidio dopo essere caduta in una trappola: sul web erano finite le sue foto senza veli. Per il momento gli inquirenti non hanno ancora formalizzato le accuse a chi ha diffuso le foto in internet, ma potrebbero andare dalla truffa alla tentata estorsione, fino all’istigazione al suicidio.

Affascinata dal web, la donna si è fidata di un “amico virtuale” e gli ha spedito qualche foto in abiti succinti. Poi l’incubo. Le immagini sono finite sui social ed è scoppiata la bufera in famiglia. La donna, divorata dai sensi di colpa, si è uccisa per questo motivo.