Manerba (Brescia), scovato e arrestato latitante in un residente sul lago di Garda

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Ottobre 2019 15:23 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2019 15:23
Una volante dei carabinieri, Ansa

Una volante dei carabinieri (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Un latitante è stato scovato e arrestato in un residence, vista lago, a Manerba, sul lago di Garda (Brescia).

L’uomo, Ermanno Zavaglio, 50 anni, come racconta l’Agi era stato coinvolto nell’indagine New Life della Polizia stradale di Trieste, indagine che aveva smantellato un’organizzazione criminale internazionale che riciclava auto di lusso e per questo era stato condannato ad una pena di quasi nove anni.

Per arrivare al covo è stato necessario passare al setaccio il contesto familiare e relazionale del ricercato, ma anche l’utilizzo di sofisticate apparecchiature in dotazione al Servizio Polizia Scientifica, che hanno permesso di restringere le sue ricerche ad un’area delimitata.

L’uomo, racconta ancora l’Agi “era in possesso, infatti, di una utenza che utilizzava solo per la messaggistica internet, pensando così di non essere rintracciato. Quando i poliziotti della mobile, sono entrati dal balcone della sua abitazione ed ha capito che per lui sarebbe iniziata una nuova vita non ha opposto resistenza e ha detto che era in procinto di cambiare casa temendo proprio di essere arrestato. L’arresto si inserisce nel progetto Wanted, fortemente voluto dal Servizio Centrale Operativo per addivenire alla cattura di ricercati destinatari di provvedimenti restrittivi significativi, e che ha visto la Squadra Mobile di Brescia impegnata nei mesi scorsi anche in ambito internazionale. La cattura di due giorni fa, segue, infatti, l’arresto di altri latitanti importanti come quello di Claudio Cominelli e Lucio Galli a Santo Domingo”.

Fonte: Agi.