Mantova, buste paga “vuote” per i terremotati: “Le aziende recuperano l’Irpef”

Pubblicato il 30 settembre 2012 16:43 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2012 17:55

MANTOVA – L’Irpef e altre tasse erano state sospese ai lavoratori dipendenti delle aree terremotate. Peccato che ora molte aziende stanno recuperando l’Irpef in un’unica soluzione. E così i lavoratori dipendenti residenti nei 34 Comuni terremotati del mantovano si sono ritrovati con una busta paga di settembre quasi azzerata. Proprio a causa del recupero dell’Irpef non versata dopo il sisma.

Lo denuncia la Cgil provinciale. ”In questi giorni – ha spiegato il segretario provinciale della Cgil Massimo Marchini – diversi lavoratori si sono visti quasi azzerare le buste paga di settembre, un’ulteriore e grave difficoltà che pesa su situazioni già difficile. Al governo e alle imprese chiediamo di recuperare l’imposta con gradualità entro l’anno”. Secondo i sindacati la situazione ora si sta facendo critica per i dipendenti che risiedono nei Comuni colpiti dal sisma perché le aziende e i consulenti del lavoro stanno recuperando in un’unica soluzione tutta l’imposta sui redditi arretrata.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other