Manovra, i dirigenti pubblici annunciano lo sciopero per il 19 luglio

Pubblicato il 13 luglio 2010 17:14 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2010 18:01

I dirigenti pubblici bocciano la manovra e proclamano lo sciopero generale per il 19 luglio. Lo hanno annunciato le sigle del settore Cida Fp (Federazione nazionale dei dirigenti e delle alte professionalità della funzione pubblica), Confedir-Mit Pa (confederazione dei dirigenti pubblici e manager del terziario) e Uspur (Professori universitari ordinari) hanno anche scritto una lettera al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, per far valere le loro ragioni.

”Temiamo che il primo responsabile del governo – spiega Giorgio Rembado, presidente della Cida Fp – non sia a conoscenza degli effetti distruttivi che il decreto Tremonti avrà sulla stessa organizzazione dello Stato e che non gli siano state neppure riferite le nostre proposte di risparmi strutturali per un miliardo e mezzo di euro. Siamo pronti ai sacrifici richiesti dalla situazione, suggeriamo solo modifiche a saldo zero”. La protesta, fanno sapere i dirigenti pubblici in una nota, ”comporterà rilevanti disagi nelle strutture sanitarie, disservizi e ritardi in tutte le altre amministrazioni”.