Mantova: la cinese clandestina dimenticata in ospedale da cinque anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Giugno 2014 17:17 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2014 17:17

ambulanzaMANTOVA – Da cinque anni si trova ricoverata in ospedale nel Mantovano, curata e assistita per un grave ictus che l’ha colpita nel 2009 e adesso che potrebbe essere dimessa e che in Cina sono stati individuati i suoi familiari, non può tornare a casa perché nessuno può pagare il trasporto e neppure la retta della degenza (alcune decine di migliaia di euro).

Lo scrive la Gazzetta di Mantova. Accade all’ospedale di Pieve di Coriano dove una donna di nazionalità cinese, che adesso dovrebbe avere 45 anni, venne ricoverata nella primavera del 2009 per un grave ictus che l’ aveva colpita in un’abitazione di San Giacomo delle Segnate. Quando arrivarono i soccorritori in casa non c’era nessuno e nessuno, nemmeno il Comune, riuscì a fornire le generalità della donna, evidentemente clandestina.