Mantova. Pass per invalidi: 1500 intestati a persone defunte o amici

Pubblicato il 27 Giugno 2012 22:34 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2012 22:49

MANTOVA – Su seimila pass concessi dal Comune di Mantova ai disabili per transitare nelle Ztl e sulle corsie preferenziali, ben 1.500 sono intestati a persone decedute e continuano ad essere utilizzati da parenti o amici. E' quanto e' emerso da un'indagine condotta dalla Polizia locale che ha portato all'emissione delle prime cento multe da 92 euro l'una.

L'indagine e' partita due mesi fa da un controllo di routine nel corso del quale e' stato colto in flagrante un automobilista che circolava in citta' solo con un pass per disabili intestato al nonno defunto.

Quel permesso, secondo il regolamento, puo' essere utilizzato dal familiare o dall'amico soltanto se in quel momento sta portando in giro il disabile. A quel punto il comando della Polizia locale ha controllato tutti i seimila intestatari e ha cancellato dall'elenco dei pass le persone decedute, ben 1.500, molte delle quali residenti in altri Comuni visto che il pass invalidi puo' essere richiesto anche da chi non abita a Mantova.

''Il pass e' legato al disabile – dice il comandante della Polizia locale di Mantova, Paolo Perantoni – e quando l'intestatario muore, i parenti devono comunicarlo al Comune per la cancellazione della targa dell'auto a cui e' legato''.

Chi non l'ha fatto adesso paghera' la contravvenzione quando passera' sotto le telecamere delle Ztl. I furbetti eviteranno, pero', la denuncia penale: ''Si tratta di uso improprio del pass – spiega il comandante – e non di truffa''. .