“Tarantini voleva fare prostituire Manuela Arcuri, lei disse no”

Pubblicato il 15 Settembre 2011 14:34 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2011 0:51

Manuela Arcuri (Lapresse)

BARI – “Manuela ci dobbiamo vedere”. Così, stando alle intercettazioni diffuse dalla stampa, avrebbe detto Silvio Berlusconi al telefono con Manuela Arcuri. Al telefono con la showgirl c’era Giampaolo Tarantini ma il premier si sarebbe fatto passare l’apparecchio e avrebbe rivolto l’invito alla Arcuri.

C’è, quindi, anche Manuela Arcuri tra le donne che Gianpi Tarantini voleva far prostituire: le chiese di prostituirsi con Berlusconi promettendole che il premier l’avrebbe favorita nella conduzione del Festival di Sanremo ma lei rifiutò. Se ne parla nell’avviso di conclusione delle indagini sulle escort portate nelle residenze di Silvio Berlusconi.

Di Manuela Arcuri (foto) si parla in due capi di imputazione. Uno riguarda il solo Gianpaolo Tarantini per un episodio del 10 dicembre 2008: secondo gli investigatori, avrebbe cercato di indurre Arcuri ”a prostituirsi in favore di Silvio Berlusconi, promettendole che egli l’avrebbe favorita per la conduzione del festival di Sanremo, non riuscendo a portare a termine il suo proposito a causa del rifiuto opposto della stessa”.

In un altro episodio, oltre a Tarantini, sarebbe coinvolta la showgirl Francesca Lana: in due circostanze, il 25 gennaio e l’11 febbraio 2009, Tarantini e Lana avrebbero compiuto – è detto nel capo di imputazione – ”atti idonei e diretti in modo non equivoco a indurre Manuela Arcuri a prostituirsi in favore di Silvio Berlusconi prospettandole la possibilita’ di un personale interessamento di quest’ultimo (sollecitato vieppiu’ dalla stessa Arcuri) per consentire la partecipazione del fratello ad una trasmissione televisiva, non riuscendo a portare a termine il loro proposito per ragioni indipendenti dalla loro volonta”’.