Marco Baldini tra i 400 accusati di aver pagato mazzette per cancellare protesti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Gennaio 2015 10:35 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2015 10:35
Marco Baldini tra i 400 accusati di aver pagato mazzette per cancellare protesti

Marco Baldini tra i 400 accusati di aver pagato mazzette per cancellare protesti

ROMA – Ci sarebbe, secondo il Corriere della Sera, anche il nome di Marco Baldini tra le 400 persone accusate di aver pagato mazzette per vedersi “ripulire” la propria posizione davanti al Tribunale fallimentare di Roma. Secondo l’accusa con una bustarella oscillante tra i 50 e i 500 euro a dipendenti di agenzie private e cancellieri del Tribunale, imprenditori o professionisti potevano ritornare a risultare “puliti” e quindi contrarre un mutuo, ad esempio, o fare nuovi debiti.

Il Tribunale di Roma ha condannato nove persone: sarebbero gli intermediari tra imprenditori e alcuni dipendenti del tribunale Fallimentare che dietro pagamento illecito avrebbero “smacchiato” il “cliente”. A capo della rete secondo l’accusa ci sarebbe Giuseppe Malizia, condannato a 6 anni e 6 mesi.

Tra i 400 beneficiari anche Marco Baldini che, pochi mesi fa, ha lasciato la sua storica collaborazione artistica con Fiorello per fare fronte ai suoi debiti e alla pressione dei creditori.