Marco Pantani ucciso? “Cocaina messa dopo, cadavere spostato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Gennaio 2015 11:40 | Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2015 11:41
Marco Pantani ucciso? "Cocaina messa dopo, cadavere spostato"

Marco Pantani (Foto Lapresse)

ROMA – Marco Pantani non si è suicidato: è stato ucciso. E’ quanto sostiene la perizia depositata dall’avvocato della famiglia del ciclista, Antonio De Rensis, che analizza la pallina di pane e cocaina trovata accanto al corpo del campione morto il 14 febbraio del 2004 e la posizione del cadavere.

Secondo il perito della famiglia di Pantani, il professor Avato, Pantani sarebbe stato costretto ad ingerire la droga che lo ha ucciso. Spiega Tommaso Lorenzini sul quotidiano Libero:

“La pallina dava credito alla ingestione compulsiva del ciclista: poi, cadendo a terra per il malore causato dall’overdose, l’ultimo boccone sarebbe stato rigurgitato, restando nella pozza di sangue a pochi centimetri a destra del cadavere”.

Gli esperti del 4en6 Lab di Brescia hanno analizzato il materiale fotografico e video di quel giorno con scanner ad alta precisione e software professional e hanno scoperto che la pallina di pane e cocaina non aveva tracce del materiale biologico presente sulla lingua di Pantani. Quindi non poteva essere stata rigurgitata. Secondo quanto riferisce Lorenzini, qualcuno potrebbe aver messo lì quella pallina per simulare l’overdose, per “far credere che Marco mangiava la coca”.

C’è poi un altro particolare della scena della morte messa in dubbio dalla nuova perizia. Riguarda le mani di Pantani, senza graffi né unghie rotte, nonostante la camera fosse stata distrutta, e la posizione del suo cadavere. Le mani sono prive di macchie di sangue, “l che non è compatibile con eventuali tentativi di spostamento eseguiti da parte dello stesso in fase pre-morte, sul pavimento ricoperto di sangue”, sostiene il perito.

Secondo gli esperti di 4en6Lab, il ciclista non morì nella posizione in cui venne trovato, il suo corpo “è stato spostato”. E, sostengono sempre gli esperti, “a muoverlo non sono stati gli operatori del 118”. Si ipotizza anche un’ora per il presunto spostamento: fra le 17 e le 18, dicono a 4en6 Lab. E, guarda caso, il Rolex di Pantani era fermo alle 16:55.