Marco Vannini, scontro tra i testimoni. Davide Vannicola: “E’ stato il figlio di Antonio Ciontoli a sparare”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 maggio 2019 16:32 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2019 16:32
Marco Vannini, Davide Vannicola a Le Iene: Sparò figlio di Antonio Ciontoli

Marco Vannini, scontro tra i testimoni. Davide Vannicola: “E’ stato il figlio di Antonio Ciontoli a sparare”

ROMA – Si infittisce il caso dell’omicidio di Marco Vannini in casa Ciontoli. Un nuovo testimone, Davide Vannicola, ha dichiarato al programma televisivo Le Iene che a sparare non sarebbe stato Antonio Ciontoli, padre della fidanzata, ma suo figlio Federico.

Dopo le sue parole la procura di Civitavecchia ha aperto un nuovo fascicolo sul caso e ora sta ascoltando i testimoni, le cui versioni sono ben diverse, per ricostruire quanto accaduto la sera del 17 maggio 2015 nella casa di Ladispoli.

Secondo la ricostruzione di Vannicola a Le Iene, l’ex comandante della stazione dei carabinieri di Ladispoli, Roberto Izzo, gli avrebbe confessato che a uccidere Marco è stato Federico Ciontoli, il fratello della fidanzata. Accuse molto pesanti, su cui ora la Procura vuole vederci chiaro e per questo motivo ha convocato a testimoniare anche il brigadiere  Manlio Amadori, non come indagato ma come persona informa sui fatti.

5 x 1000

Proprio Amadori infatti alla Corte d’Assise di Roma disse che Ciontoli gli confessò che non voleva inguaiare il figlio Federico. Una testimonianza che alimentò dubbi e sospetti circa la ricostruzione che la famiglia ha fornito sulla sera della morte di Marco, che ha portato per i Ciontoli una condanna per omicidio colposo.

Se la confidenza di Izzo a Vannicola si rivelasse fondata o meno, gli inquirenti potrebbero procedere per diversi reati, tra cui favoreggiamento o falsa testimonianza. Intanto Vannicola sarà ascoltato la prossima settimana e non è escluso che gli inquirenti ascoltino anche il maresciallo Izzo.