Marghera, sgozza la moglie in camera da letto e chiama la polizia: “Venite, l’ho ammazzata”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 febbraio 2019 11:06 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2019 13:59
Marghera, sgozza la moglie in casa e chiama la polizia

Marghera, sgozza la moglie in camera da letto e chiama la polizia: “Venite, l’ho ammazzata”

VENEZIA  – Un sgozzato la moglie nella camera da letto della loro casa a Marghera, in provincia di Venezia, nella notte tra 21 e 22 febbraio. Poi Gianfranco Duini, 43 anni, ha chiamato la polizia e si è costituito. “Venite, l’ho ammazzata”, ha detto agli agenti parlando della moglie Claudia Bortolozzo, di 51 anni. 

L’omicidio è avvenuto nella notte tra il 21 e 22 febbraio nell’appartamento in piazza Mercato in cui la coppia viveva. Alle 3 del mattino circa, Duini ha chiamato il 113: “Ho fatto una cazzata”, ha detto. 

Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia che ha trovato la donna sgozzata nel letto della loro camera. Moglie e marito erano titolari di un negozio di mobili, adesso però ricevevano una pensione di invalidità per problemi mentali. I due non avevano mai avuto grandi discussioni, ma negli ultimi giorni c’era un po’ di tensione. La madre della vittima che abita al piano inferiore, non ha sentito nulla. Ora duini, reo confesso, è in stato di fermo per omicidio e la polizia indaga per ricostruire l’esatta dinamica del delitto e il movente.