E’ morta Maria Sbaffi Girardet, nome di spicco del protestantesimo italiano

Pubblicato il 24 Gennaio 2011 18:32 | Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio 2011 18:43

E’ morta  a 84 anni Maria Sbaffi Girardet, figura di spicco del protestantesimo italiano. Aveva ricoperto numerosi incarichi nell’Unione delle chiese metodiste e valdesi e nella Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei). Lo annuncia la agenzia Nev- Notizie evangeliche.

Dal 1985 al 1991 ha diretto l’Agenzia Stampa Nev. Era sposata con il pastore Giorgio Girardet, insieme al quale ha condiviso la passione per il mondo dell’informazione. Colpita negli ultimi mesi da un male incurabile aveva fino all’ultimo seguito le vicende inerenti all’ecumenismo italiano e mondiale.

Strenua sostenitrice del dialogo ecumenico, Maria Sbaffi Girardet aveva guidato la Commissione sinodale per i matrimoni misti. Dal lavoro congiunto con la Commissione della Conferenza episcopale italiana (Cei) per i matrimoni misti, presieduta da mons. Alberto Alblondi, scaturì nel 2000 il “Testo applicativo” per le coppie interconfessionali.

E’ stata anche presidente della Commissione consultiva per le relazioni ecumeniche delle chiese valdesi e metodiste che aveva curato gli emendamenti proposti dalle chiese italiane alla Carta ecumenica, approvata nel 2001 dalla Conferenza delle chiese europee (Kek) e dal Consiglio delle conferenze episcopali europee (Ccee). Fino alla fine degli anni ’80 è stata segretaria generale del Centro di documentazione Idoc.

Nel 2007 Maria Sbaffi Girardet per Libroitaliano World aveva pubblicato “Briciole di vissuto”, una raccolta di poesie dedicate agli eventi e alle sensazioni della vita: l’amore, l’infanzia, la maternità, il lutto, il rapporto con Dio. Ha curato la traduzione di opere teologiche per varie case editrici. ”Con la morte di Maria il protestantesimo italiano perde una testimone di alto profilo. Donna di grande cultura, di fede profonda e limpida. Laica impegnata in seno al protestantesimo, Maria ha rivestito ruoli importanti a livello ecumenico. Di lei ricordo il grande equilibrio, una speciale simpatia umana, lo spirito ricco di speranza e di prospettiva”, ha dichiarato la moderatora della Tavola valdese, la pastora Maria Bonafede. I funerali si svolgeranno il mercoledì 26 gennaio nella chiesa metodista di via XX settembre di Roma.