Marigliano (Napoli): 17enne tenta di sedare rissa tra fratelli per un cellulare caduto a terra e viene accoltellato

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Dicembre 2020 16:35 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2020 16:35
Siracusa, scontro auto-tir sulla Pachino-Rosolini: morti tre braccianti

Siracusa, scontro auto-tir sulla Pachino-Rosolini: morti tre braccianti (foto Ansa)

Un 17enne intervenuto per interrompere una lite violenta scoppiata tra due fratelli di 14 e 9 anni è stato accoltellato all’addome.E’ accaduto a Marigliano in provincia di Napoli. 

Marigliano (Napoli): il 17enne accoltellato conosceva i due fratelli

Secondo quanto raccontato dallo stesso 17enne ferito ai Carabinieri, il 14enne stava picchiando con calci e pugni il fratellino piccolo quando è intervenuto.

Conosceva i fratelli, ha visto il bimbo di 9 anni in difficoltà e voleva aiutarlo, ma quando ha tentato di dividerli il 14enne lo ha colpito all’addome con un coltello.

Da Margliano è stato trasferito all’ospedale di Nola, il 17enne non è in pericolo di vita. Il 14enne è stato denunciato per lesioni aggravate.

Il ragazzo è stato ferito con un coltellino a serramanico.

I fatti sono accaduti nel pomeriggio di venerdì 11 dicembre in via Piro, dove era scoppiato il litigio tra due fratelli di nove e 14 anni dopo che il più piccolo aveva fatto cadere il cellulare del più grande, danneggiandolo.

Il 14enne si è quindi arrabbiato accanendosi sul fratello minore con calci e pugni. Il 17enne, notata la scena ha cercato di difendere il bambino dalla furia del fratello.

A quel punto il 14enne ha estratto un coltellino a serramanico ferendo all’addome il conoscente (fonte: Ansa).