Marijuana di Stato: l’esercito coltiverà erba per farmaci anti dolore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 settembre 2014 8:36 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2014 10:39
Marijuana di Stato: l'esercito coltiverà l'erba per scopo terapeutico

Marijuana di Stato: l’esercito coltiverà l’erba per scopo terapeutico

ROMA – Arriva la marijuana di Stato. Dopo il via libera dei ministri della Difesa e della Salute, Roberta Pinotti (Pd) e Beatrice Lorenzin (Ncd) l’esercito italiano produrrà farmaci derivati dalla cannabis destinati a pazienti oncologici, affetti da HIV o da altre patologie dolorose come la sclerosi multipla, il glaucoma o la sclerosi laterale amiotrofica

Sarà lo stabilimento chimico militare di Firenze a mettere a punto i medicinali cannabinoidi, che andranno così a sostituire quelli attualmente importati dall’estero a costi molto elevati.

Amedeo La Mattina sulla Stampa ricostruisce l’iter travagliato che ha portato all’ok alla marijuana ad uso terapeutico. Se la ministra Pinotti si è da sempre detta favorevole, molto meno scontato è stato il sì di Lorenzin. La ministra di centrodestra da tempo sostiene che

“dal punto di vista farmacologico, non ci sono problemi all’uso terapeutico della cannabis: nessuno mette in dubbio gli effetti benefici, ma va trattato come un farmaco”.

Per esaminare le implicazioni legate alla salute è stato istituito un tavolo di lavoro dove la questione è stata esaminata insieme all’istituto farmaceutico militare. Adesso sono in via di stesura i protocolli attuativi, ed è possibile che entro il 2015 i farmaci cannabinoidi siano disponibili nelle farmacie italiane.