Marina militare, Catia Pellegrino la prima comandante donna di una nave

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Giugno 2013 18:07 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2013 18:08

Marina militare, Catia Pellegrino la prima comandante donna di una naveROMA – Il tenente di vascello Catia Pellegrino, 37 anni, originaria della provincia di Lecce, è il primo comandante donna di una nave militare. La Pellegrino nella giornata di sabato ha infatti ricevuto la telefonata del ministro della Difesa, Mario Mauro, che si è complimentato per la ”determinazione, la tenacia e la passione con cui, da sempre, ha perseguito il suo obiettivo”. Quello di ”conciliare in una professione – le ha detto il ministro – l’amore per l’Italia, l’ammirazione per la Marina militare, il desiderio di vivere sul mare”.

Mercoledì scorso, sul ponte di volo del pattugliatore “Libra” ormeggiato nel porto di Augusta, il tenente di vascello Pellegrino ha assunto il comando della nave: non era mai successo nella storia delle forze armate italiane.

Nata a Copertino (Lecce) il 6 marzo 1976, Catia Pellegrino ha frequentato l’Accademia navale dal 2000 al 2005 e si è laureata in Scienze Politiche all’Università di Firenze. Il primo imbarco nel 2006, a bordo della portaerei Garibaldi, poi una serie di corsi, anche all’estero, e di nuovo su una nave, questa volta il Durand de la Penne, come capo nucleo missili. Da settembre a dicembre 2010 ha partecipato all’operazione antipirateria “Ocean Shield”, al largo della Somalia e del Corno d’Africa, a bordo di nave Bersagliere.

Nel 2011 ha partecipato all’operazione “Emergenza Libia” a bordo di nave Andrea Doria. Nel 2012 ha frequentato la Scuola di Comando Navale e ha partecipato all’operazione antipirateria “Atalanta” a bordo di nave San Giusto. Da gennaio ad aprile 2013 ha frequentato il 61/o Corso Normale di Stato Maggiore presso l’Istituto di Studi Militari Marittimi di Venezia. Il 19 giugno il tenente di Vascello Pellegrino ha assunto il comando di Nave Libra, un pattugliatore con capacita’ antinquinamento di stanza ad Augusta.