Marina Paola Micalizio scomparsa all’Elba, ritrovata viva su una scogliera la figlia dell’ex superpoliziotto

La donna trovata viva nello stesso punto in cui era annegato il suo cane: è la figlia dell'ex poliziotto antimafia Pippo Micalizio.

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Agosto 2022 - 08:58
Marina Paola Micalizio scomparsa all'Elba, ritrovata viva su una scogliera la figlia dell'ex superpoliziotto

Marina Paola Micalizio scomparsa all’Elba, ritrovata viva su una scogliera la figlia dell’ex superpoliziotto (Foto Ansa)

Da oltre 24 ore non si avevano più notizie di Marina Paola Micalizio, figlia dell’ex poliziotto antimafia Pippo Micalizio. La donna, di 48 anni, è stata ritrovata viva all’isola d’Elba, tra gli anfratti di una scogliera nella zona di Procchio (Livorno).

La zona rocciosa è molto impervia ed è la stessa area, non molto distante, del punto del ritrovamento del suo cane, morto, forse per annegamento. Dopo averla individuata, i soccorritori l’hanno raggiunta via mare con una imbarcazione, proprio per la difficoltà a recuperarla via terra.

Poi, dalla spiaggia di Procchio è stata affidata ad un’ambulanza del 118 che l’ha portata all’ospedale dell’isola, a Portoferraio per valutare le sue condizioni cliniche e prestarle eventuali cure.

Marina Paola Micalizio scomparsa per 24 ore all’Elba

In questa fase sono completamente da accertare i motivi per cui la donna sarebbe rimasta dispersa per oltre un giorno e come sia finita in fondo agli scogli in un punto poco visibile anche dall’alto. Per le ricerche l’isola è stata sorvolata da un elicottero e un drone dei soccorritori.

Secondo quanto si apprende, la 48enne è stata individuata da un gommone della protezione civile che perlustrava la costa dell’Elba lungo la scogliera dove era stato ritrovato il suo cane morto annegato. E’ così che sono scattate le operazioni di recupero dal mare.

La donna, sempre secondo quanto riferito dai soccorritori, avrebbe raccontato ai sanitari di esser rimasta in mare per circa 16 ore. Anche per questo è stata accompagnata al pronto soccorso per gli accertamenti medici necessari.