Mario Cerciello Rega, pm chiede ergastolo per gli americani Finnegan Lee Elder e Gabriele Natale Hjorth

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Marzo 2021 14:53 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2021 14:53
Omicidio Mario Cerciello Rega, pm chiede ergastolo per gli americani Finnegan Lee Elder e Gabriele Natale Hjorth

Omicidio Mario Cerciello Rega, pm chiede ergastolo per gli americani Finnegan Lee Elder e Gabriele Natale Hjorth (foto Ansa)

La Procura di Roma ha chiesto due condanne all’ergastolo per gli americani Finnegan Lee Elder e Gabriele Natale Hjorth, accusati di concorso in omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso a Roma il 26 luglio del 2019. “Gravi sono i fatti e grave è l’ingiustizia che è stata commessa ai danni di un carabiniere, un uomo buono”, ha detto il pm Maria Sabina Calabretta durante la requisitoria.

Omicidio Mario Cerciello Rega, la requisitoria del pm: “Una aggressione sproporzionata e micidiale”

“Una aggressione, un attacco sproporzionato e micidiale: una azione univoca per uccidere, la finalità era uccidere”. Così il pm Maria Sabina Calabretta descrive le drammatiche fasi che hanno preceduto la morte di Mario Cerciello Rega, ucciso con 11 fendenti da Finnegan Lee Elder il 26 luglio del 2019 a Roma. Per il magistrato Cerciello “avrebbe potuto poco anche se armato e non lo era. La volontà di E

“Non fu legittima difesa. Entrambi gli imputati sono andati all’incontro preparandosi, erano pronti a tutto anche allo scontro fisico per raggiungere il loro obiettivo”.

Ricostruendo le fasi della drammatica aggressione, avvenuta il 26 luglio del 2019, il rappresentante dell’accusa ha affermato che “i carabinieri si sono qualificati, hanno mostrato il tesserino ed erano in servizio: si sono avvicinati frontalmente, non alle spalle. Cerciello non è stato ammazzato con una coltellata ma con undici fendenti. La giovane età degli imputati e il fatto che siano incensurati non tolgono gravità ai fatti”. Il pm ha poi affermato che “tutti i reati che abbiamo contestato sono gravi, certo il più grave è l’omicidio. Ma è grave anche l’estorsione perché i due non volevano solo recuperare il denaro, ma ci volevano anche guadagnare un grammo di cocaina”. (lder era omicidiaria”.